Il Pd: "Sindaco e vice in guerra a Bastia Umbra" - Elezioni Comunali 2020

Il Pd: "Sindaco e vice in guerra reciproca"

Il Pd: "Sindaco e vice in guerra reciproca"

Meno di un anno alle elezioni per il sindaco e il consiglio comunale, il Pd di Bastia getta benzina sul fuoco della situazione fra le forze del centrodestra indicati come ‘colpevoli’ dell’affossamento di Bastia Umbra. "In questi giorni appaiono evidenti che giunta e partiti di maggioranza sono profondamente spaccati e il sindaco Lungarotti ed il suo vice Fratellini sono in guerra reciproca – viene evidenziato da segreteria e gruppo consiliare del Pd bastiolo -. Prova ne sono la recente interpellanza rivolta al sindaco presentata dall’intergruppo di maggioranza che fa capo a Forza Italia e alle forze civiche vicine al Vicesindaco Fratellini, per chiarimenti sul cantiere della palestra di XXV; questi distinguo ci danno la percezione di due diversi approcci al governo della città".

Partito Democratico che parla di frattura insanabile tra il sindaco e il suo vice, ma anche del ruolo della Lega "che tenta furbescamente di nascondersi e riposizionarsi tatticamente in vista delle prossime elezioni, ma che non può certo chiamarsi fuori dalle responsabilità su alcuni interventi, visti le decisioni condivise ed i ruoli di responsabilità ricoperti nella precedente amministrazione". Sale sulle ferite altrui, da parte del Pd, ma anche la speranza che le divisioni del centrodestra possano portare, fra meno di un anno, a un quadro politico ben diverso – quanto accaduto nella vicina Assisi, nel 2016, insegna –; con l’impegno ad aggregare tutte le forze alternative al centrodestra per offrire alle prossime elezioni amministrative un progetto nuovo e vitale per Bastia e i suoi cittadini".