Elezioni, il centrosinistra. Il Pd: che pesci prendere?. E da Bori un ‘like’ a Cosmi

Al segretario regionale piace il video dell’allenatore ponteggiano. Ma nel partito c’è sconforto per la ‘gestione’ delle amministrative.

Elezioni, il centrosinistra. Il Pd: che pesci prendere?. E da Bori un ‘like’ a Cosmi

Elezioni, il centrosinistra. Il Pd: che pesci prendere?. E da Bori un ‘like’ a Cosmi

Quel ‘like’ su Instagram del segretario regionale del Pd, Tommaso Bori, al video di Serse Cosmi, non è passato inosservato. Insieme a lui ci sono molti altri iscritti Dem ad aver apprezzato l’uscita dell’allenatore ponteggiano. Ma certo il più ‘pesante’ è proprio quello del numero uno del Partito democratico. Cosa significa quel ‘mi piace’? Che Bori vedrebbe di buon occhio Cosmi candidato del centrosinistra? Che è un ‘like’ contro Bandecchi dato che l’allenatore lo ha criticato? Una provocazione per smuovere le acque stagnanti del centrosinistra? Chissà, di sicuro ha agitato ancor più gli animi di un partito che almeno per le amministrative di Perugia naviga in alto mare. Tanti gli iscritti perplessi ad oggi, dato che non si capisce quale sia la direzione che voglia prendere la segreteria comunale (e quella regionale, dato che vanno a braccetto).

C’è chi mormora che ci sia un ritorno di fiamma per l’ingegner Paolo Belardi (idea che proprio Bori non avrebbe mai abbandonato), chi dice che lo stesso segretario passerà la palla a Roma in attesa di ricevere l’investitura per candidarsi a presidente della Regione. E poi chi sostiene che adesso si guarderà anche a Cosmi come carta a sorpresa (il suo ‘sponsor’, Alessandro Riccini Ricci, non è certo uomo di destra). In più ci sono la grana con i Cinquestelle e Sinistra e Verdi - che per adesso hanno chiuso ogni trattativa col Pd - e la questione-sondaggio per scegliere il candidato (niente affatto archiviata), oltre alla possibilità di guardare a quello che farà il centro, con Progetto Perugia. Tante idee e confuse insomma per dirla con uno slogan fin troppo abusato. Per adesso comunque i Dem pare siano seduti sulla riva del fiume, in attesa di pescare qualcosa di buono.

E chissà che non sia proprio uno come Cosmi a finire nella ‘rete’, uno che ama profondamente il Tevere... E a questo proposito interviene il segretario regionale di Azione, Giacomo Leonelli che dà una stoccata al Pd. "Ce l’ho con quella politica che prima ci stordisce con paroloni come "partecipazione", "costruzione dal basso" , "diamo voce al territorio", "prima il programma" - scrive - , e poi appena vede un personaggio noto fare capolino, si dimentica istantaneamente dei proclami e ci si butta repentinamente a capofitto; salvo poi sbrigarsi a metterlo da parte quando gli capita sotto mano una figurina "pokemon" che ritiene più "preziosa".

Michele Nucci