Agriumbria, eccellenze in vetrina. Saloni, mostre e 450 stand con il record di espositori

Bastia Umbra, tutto pronto a Umbriafiere per la rassegna dedicata a colture, zootecnia e attrezzature agricole. Cinque aree specializzate, una dedicata al settore forestale.

Agriumbria, eccellenze in vetrina. Saloni, mostre e 450 stand con il record di espositori

Agriumbria da 5 al 7 aprile a Bastia

Conto alla rovescia per l’edizione numero 55 di Agriumbria , in programma a Umbriafiere dal 5 al 7 aprile: rappresenta un momento unico di confronto e scambio tra tutti gli attori della filiera spaziando dall’agricoltura alla zootecnia all’ alimentazione. Agriumbria vedrà un parco espositori di oltre 450 stand in rappresentanza di oltre 2.800 marchi, con un livello degli espositori che cresce e con la partecipazione di nuovi produttori di macchine e attrezzature agricole. Una fiera in salute, ormai punto di riferimento nazionale che nei suoi tre giorni vedrà 600 capi di animali presenti nei diversi ring e aree, 5 saloni specializzati e una mostra mercato degli animali da cortile, che incrementa le presenze con un numero di espositori superiore alle ultime edizioni.

Oltre alla parte espositiva, ci saranno i ’saloni nel salone’: Milktec, spazio dedicato alla tecnologia per la filiera lattiero-casearia, ma anche Bancotec, Enotec, Oleatec. Fra le novità di quest’anno la nuova gestione del punto ristoro all’interno dell’area di Umbriafiere che presenterà, insieme all’Associazione italiana allevatori (A.I.A.), un’offerta di ristorazione completa e garantita con il meglio delle carni italiane. Una naturale evoluzione del percorso intrapreso da anni da Agriumbria insieme al comparto allevatoriale che in questa edizione culmina con un vero punto ristorazione dedicato alle sole carni italiane. Altra novità, la presenza del salone specializzato e l’area demo dedicati alla forestazione: una scelta che si pone l’obiettivo di valorizzare le aziende italiane del settore agroforestale e di mostrare agli addetti ai lavori i vantaggi derivanti dalla moderna meccanizzazione.