Tortoli vola sui Pirenei. Il pilota senese in gara

Il centauro in maglia azzura nell’Enduro Vintage Trophy difende il titolo conquistato l’anno scorso in Portogallo.

Tortoli vola sui Pirenei. Il pilota senese in gara

Tortoli vola sui Pirenei. Il pilota senese in gara

A metà ottobre, sui Pirenei, a 2.000 metri di altitudine, le temperature sono già invernali e le condizioni meteo mutevoli, non ideali per affrontare boschi e pietraie con una moto vintage. Ma nonostante il freddo intenso e le previsioni di pioggia, niente riesce a cancellare dal volto di Enrico Tortoli un’espressione soddisfatta. Perché per il terzo anno consecutivo il cinquantaseienne pilota di Murlo, residente a Colle Val d’Elsa, indossa la maglia azzurra (e rappresenta dunque i colori dell’Italia) nell’Enduro Vintage Trophy, competizione mondiale a squadre per moto d’epoca, iniziato mercoledì e in programma fino a domani. In sella ad una KTM GS 250 del ’75, Tortoli è chiamato a difendere il titolo conquistato l’anno scorso in Portogallo, nella formula Veterans, con la formazione che conferma anche due ex-professionisti, il genovese Giorgio Grasso, su Kramer ER 250 del ’79, e il bergamasco Tullio Pellegrinelli, su Puch GS 347 F1 del 1980.

Puigcerdà, la località scelta come teatro della manifestazione, nel nord est della Spagna, a 1.200 metri di altitudine, preoccupa non poco gli azzurri. Tortoli, già campione italiano junior, nel 1992, sette volte campione assoluto toscano di enduro e una decina tricolore di questa specialità, nella versione per moto d’epoca, dispone di uno dei mezzi più datati, perfettamente preparato però dai fratelli poggibonsesi Massimo e Fabio Parrini, autentiche autorità in fatto tecnico (e non solo).

E poi è accompagnato e sostenuto dal team del Moto Club Pantera di San Casciano Val di Pesa che nel 2021 e 2022 si è imposto nell’Enduro Vintage Trophy, nella speciale classifica per club.

Diego Mancuso