Niente corrente e acqua. Gravi disagi per le famiglie della nota località Pini

Tutto è cominciato nella tarda serata di venerdì, a causa di vento e pioggia ma i problemi sono andati avanti anche ieri in attesa di una soluzione.

Niente corrente e acqua. Gravi disagi per le famiglie della nota località Pini

Niente corrente e acqua. Gravi disagi per le famiglie della nota località Pini

POGGIBONSI

Saranno anche in questo caso gli effetti tremendi dell’ondata di maltempo. O forse la combinazione di più di un fattore avverso: le potenti raffiche di vento che comparse sulla scena qualche giorni addietro, unite ad altri tipi di inconvenienti da esaminare. Fatto sta che nella località Pini, borgo di campagna nel comune di Poggibonsi in cui abitano all’incirca una ventina famiglie, si è verificato fin dalla serata di venerdì un blackout elettrico unito alla totale mancanza di acqua. Tutto è avvenuto intorno all’ora di cena, poco prima delle venti dell’altro ieri. Situazioni che si sono protratte nella nottata tra venerdì e sabato, e poi anche nella giornata di ieri, in attesa di una soluzione per i residenti di una zona che fra l’altro subisce penalizzazioni non indifferenti dal profilo del collegamento nella mobilità. Sempre in seguito allo stop alla circolazione per motivi di sicurezza, in atto dal 25 settembre 2021, sulla regionale Cassia all’altezza di Bellavista. Problemi analoghi, relativi all’erogazione di energia elettrica e di acqua, hanno riguardato per alcune ore anche delle parti dell’abitato di Staggia Senese e di Bellavista. Una frazione al buio e persone costrette ad attingere acqua alla fonte, come è avvenuto proprio a Pini, ad ascoltare il racconto di chi vive in quel gruppo di case raggiungibili anche dal tracciato di Maltraverso in direzione della della Mutola. Una via di accesso, questa ultima, recuperata dall’amministrazione comunale come percorso secondario per attenuare l’impatto sulle abitudini degli abitanti alle prese con le sopraggiunte difficoltà a livello viario. "Abbiamo una fontanella qui in zona, così ce ne siamo serviti - affermano dalla località Pini - e nell’occasione pertanto abbiamo potuto riempire i recipienti per avere a disposizione delle scorte idriche. Ma si tratta di un ricorso a un rimedio dettato da situazioni di emergenza e attuato per limitare dei disagi purtroppo evidenti per la nostra frazione. Già dobbiamo fare i con spostamenti difficoltosi. Ora si è trattato anche di affrontare un improvviso, ulteriore ostacolo per la nostra quotidianità".