Mercato privato in lieve flessione. L’indagine Fiaip: "Prezzi stabili"

Il documento 'Fiaip Monitora' analizza il mercato immobiliare della provincia di Siena nel 2023, evidenziando una contrazione delle compravendite ma stabilità dei prezzi, con una domanda costante e modesta offerta.

Mercato privato in lieve flessione. L’indagine Fiaip: "Prezzi stabili"

Ramona Valceanu, presidente Fiaip

Un osservatorio per fotografare l’andamento del mercato immobiliare dell’intera provincia relativamente al 2023. Si chiama ‘Fiaip Monitora’ ed è il documento presentato ieri nella sede di Confindustria dalla Federazione degli agenti immobiliari professionali, con l’obiettivo di fornire dati e statistiche sullo stato di salute e sulle performance del settore immobiliare, sia a livello generale che per ogni singolo Comune e zona.

Dati raccolti ed elaborati dal Centro studi Fiaip, a seguito del monitoraggio dell’andamento del mercato in Toscana, che mostrano come nel 2023 il numero di compravendite abbia registrato una flessione rispetto all’anno precedente, nonostante un miglioramento rispetto al 2021, mettendo in evidenza la necessità di riforme per locazioni e bonus ristrutturazioni.

"La rilevazione dei valori di mercato immobiliare residenziale nel quarto trimestre del 2023 nel comune di Siena – ha sottolineato Ramona Valceanu, presidente Fiaip Siena-Arezzo –, ha determinato una contrazione delle compravendite, con stabilità dei prezzi di mercato. I valori del centro storico sono stazionari, con una tendenza al rialzo nel mercato delle seconde case. Questi immobili spesso sono destinati al mercato delle locazioni turistiche. Il semicentro resta una zona residenziale molto richiesta; e con valori stabili, mentre la periferia registra una lieve flessione a ribasso".

"L’andamento – ha proseguito Valceanu – evidenzia una domanda di immobili residenziali costante, a fronte di una modesta offerta. Rispetto alla prima metà dell’anno, non ci sono state variazioni nei comuni principali della Valdelsa, come Poggibonsi e Colle di Val d’Elsa. Entrambi i comuni segnano un notevole aumento di compravendite per immobili da investimento. La contrazione invece si registra a San Gimignano, sull’Amiata, nella Val d’Orcia e nel Chianti senese, a Castellina e Radda".

I comuni dove si registrano i valori di compravendita di immobili nuovi-ristrutturati più alti in Provincia sono Siena (tra i 4500 e i 4750 euro al metro quadro), San Gimignano (tra i 2400 e i 3200 euro/mq) e Poggibonsi (tra i 2200 e i 2800 euro/mq). I più bassi invece si registrano a Chiusi (tra i 1000 e i 1100 euro/mq), Abbadia San Salvatore (tra i 1100 e i 1300 euro/mq), e Chianciano Terme (tra i 1100 e i 1400 euro/mq).