Bimba scrive a Babbo Natale: il palloncino con la lettera vola da Olgiate fino a Montepulciano

A ritrovare il foglio vicino ad una vigna è stato il 23 dicembre il proprietario del Podere Casanova. La moglie: “Pubblicata sui social, sarebbe bello rintracciare la famiglia”

La letterina di Arianna trovata vicino ad una vigna (profilo facebook Podere Casanova)

La letterina di Arianna trovata vicino ad una vigna (profilo facebook Podere Casanova)

Montepulciano (Siena), 28 dicembre 2023 – «Caro Babbo Natale, mi chiamo Arianna e abito a Olgiate. Quest’anno sono stata una bimba brava, sai che ho tolto il ciuccio e anche il pannolino? Per favore, per Natale mi potresti portare un lenzuolino di Biancaneve? Grazie! Un abbraccio da Arianna». I desideri di questa bambina che vive nel Nord Italia erano scritti su un foglio bianco.

Che ha volato per centinaia di chilometri grazie ad un palloncino bianco a cui era stato fissato. Poi si è rotto, atterrando sul bordo di una vigna del Nobile di Montepulciano nel Podere Casanova dove l’ha trovata il proprietario Isidoro Rebatto la mattina del 23 dicembre. E che adesso è stata appesa nella sala degustazione della struttura, piccolo paradiso di storia-arte-cultura creato da una coppia di imprenditori veneti, Rebatto appunto e Susanna Ponzin.

La storia ha dell’incredibile. Non solo per il lungo viaggio fatto dalla letterina ma perché, proprio un anno fa, era accaduta una vicenda simile a Casole d’Elsa. I desideri per Babbo Natale affidati ad un palloncino da Samuel Iacubino, un bimbo di Seveso di 9 anni, erano stati trovati dal titolare del podere San Giovacchino di Casole d’Elsa, Damiano. Che con la moglie Isabella Quaglia hanno contattato e la famiglia del piccolo da cui si sono poi recati per portargli i doni.

"Mio marito la mattina esce sempre per una passeggiata – racconta Susanna Ponzin –, abbiamo 17 ettari di vigna. Nel percorso proprio accanto ai filari ha notato una letterina attaccata ad un palloncino bianco, che si era rotto. Proprio come si vede nelle foto che abbiamo pubblicato sul profilo social e Instagram dell’azienda, nel tentativo di rintracciare l’autrice di quelle parole a Babbo Natale. Stanno condividendo in tanti il post, danno consigli. Ma esistono più comuni chiamati Olgiate in Italia”.

Una bottiglia di Nobile di Montepulciano è già pronta ad accogliere la famiglia della bambina, qualora si riesca a trovarla. «L’aspettiamo fra le nostre vigne. E’ una vicenda molto carina e anche suggestiva, ne ha fatti di chilometri quel foglio. Sarebbe bello sapere quando è partito, conoscere i genitori di Arianna», aggiunge Ponzin. Il palloncino potrebbe essere uno di quelli lanciati a Villa Gonzaga ad Olgiate Olona, in provincia di Varese, il 10 dicembre scorso