PINO DI BLASIO
Cronaca

L’ateneo a Monteroni: "Studentato da 350 posti nell’ex Manifattura. Il progetto al ministero"

Il sindaco Berni: "L’imprenditore lo ha presentato per i fondi Pnrr. Nel primo elenco non ci sarebbe, contiamo che ci saranno altre fasi. Immobile da 54mila metri cubi, un investimento da 8 milioni di euro".

L’ateneo a Monteroni: "Studentato da 350 posti nell’ex Manifattura. Il progetto al ministero"

L’ateneo a Monteroni: "Studentato da 350 posti nell’ex Manifattura. Il progetto al ministero"

Sindaco Berni, qual è lo stato dell’arte del progetto sull’ex Manifattura Tabacchi da ristrutturare per farla diventare una cittadella universitaria con oltre 300 camere?

"Il Comune di Monteroni - è la prima risposta di Gabriele Berni - ha accelerato le procedure sul cambio di destinazione d’uso dell’ex Manifattura. Il progetto di ristrutturazione per trasformarla in uno studentato è stato elaborato da un imprenditore privato del ramo immobiliare e inviato al ministero per il bando dei finanziamenti Pnrr".

A quanto ammonterebbe l’investimento?

"Noi abbiamo stime basate su uno studio di fattibilità che è già stato preparato, non di progetti esecutivi. Parliamo di 7-8 milioni di euro, ma l’imprenditore toscano che ha presentato il progetto ha sicuramente cifre più certe".

Quante speranze ci sono che il progetto dello studentato a Monteroni rientri tra quelli finanziabili con i fondi Pnrr?

"Ci sarebbe già un primo elenco dei progetti ammessi, l’ex Manifattura non rientrerebbe nella lista. Ma contiamo che ci saranno fasi successive nei bandi sugli studentati, come ha rivelato anche il rettore Montanari. Siamo fiduciosi sul fatto che il progetto possa rientrare tra quell che beneficiano delle risorse".

In caso contrario?

"Per ora non si può escludere che la cittadella universitaria nell’ex Manifattura venga realizzata a prescindere dai fondi Pnrr. Ovviamente sarebbe un investimento più complicato. Ma l’imprenditore potrebbe farsi carico del rischio, se avesse delle garanzie dalle università capaci di supportare un business plan realistico ed equilibrato".

Di quali volumetrie parliamo?

"L’ex Tabacchina a Monteroni è un immobile di archeologia industriale di 54mila metri cubi complessivi, sarà una ristrutturazione importante. C’è la parte vecchia dell’edificio da ristrutturare più i nuovi capannoni di circa 10mila metri cubi da demolire. Potrebbero nascere 350, forse anche 400 posti letto, in uno studentato moderno e funzionale. Con aule per la lettura, spazi comuni, aule per le lezioni e anche una mensa per gli studenti. C’è spazio per fare tutto".

Il Comune di Monteroni farà pressing, assieme a Siena e alla Regione, per aumentare i treni e dar vita a una metropolitana leggera che in 9 minuti porti gli studenti alle Università?

"Prima di questo viene l’aspetto urbanistico. In quell’area è stata già approvata una variante nel 2020 in consiglio comunale che prevede la destinazione d’uso dello studentato. Non servono ulteriori autorizzazioni, il progetto esecutivo sarebbe immediatamente cantierabile. L’ex Manifattura è di fronte alla stazione ferroviaria di Monteroni. Gli studenti usciranno dalle loro camere, prenderanno il treno e in 9 minuti sono alla stazione di Siena. Quindi a pochi passi dall’Università per Stranieri e con i bus e le scale mobili che li porterebbero nelle altre sedi universitarie".

Ma c’è bisogno di più treni anche di notte.

"Avevamo adottato un protocollo d’intesa tra Comune, le due università e la Regione per intervenire sul potenziamento del servizio ferroviario, anche con più treni. Il protocollo può diventare atto concreto quando sarà realizzato lo studentato".

Il progetto è pronto?

"C’è uno studio di fattibilità, ma sono questioni che riguardano l’imprenditore privato".

Quando arriverà la risposta del Governo?

"Non lo so. La prima risposta è arrivata con l’elenco, più l’annuncio che ci saranno altri progetti ammessi. Speriamo. La cittadella universitaria sarebbe un’occasione formidabile per Monteroni, per le Università, gli studenti e anche per Siena".