"Esteves mi aveva chiesto di riuscire a fare il vino più buono al mondo"

Il Brunello Tenuta d'Argiano 2018 è stato premiato come miglior vino del mondo da Wine Spectator. Bernardino Sani, enologo e ad della Tenuta, racconta l'emozione di questo traguardo dopo 10 anni di duro lavoro e l'impegno del proprietario André Santos Esteves. Il premio ha portato grande visibilità alla cantina, attirando persone da tutto il mondo.

"Esteves mi aveva chiesto di riuscire a fare il vino più buono al mondo"

"Esteves mi aveva chiesto di riuscire a fare il vino più buono al mondo"

Come ci si sente da campione del mondo degli enologi, dopo che Wine Spectator, la Corte di Cassazione del vino, ha sentenziato che il Brunello Tenuta d’Argiano 2018 è il miglior nettare del pianeta? "E’ un’emozione enorme, perché viene dopo dieci anni di duro lavoro - è la risposta di Bernardino Sani, 43 anni senese della Selva, enologo e ad della Tenuta di Argiano a Montalcino - prima nei vigneti, poi in cantina e culminata con l’innovazione della rete commerciale e il restauro della villa di Argiano. Sono molto legato a questo territorio, ho investito tante energie, i premi ti ripagano di tutto quello che hai fatto".

Il proprietario della tenuta di Argiano è il miliardario brasiliano André Santos Esteves. Come lo giudica come datore di lavoro?

"Lo vedo spesso, Esteves è molto coinvolto nel vino, ha una passione sconfinata. Ha una collezione di vini fantastica, oltre a una cantina in Portogallo, la Quinta da Romaneira. Lascia lavorare molto, mi ha dato mano libera. Dieci anni fa, quando Esteves comprò la tenuta di Argiano, mi disse: ’Bernardino, ho comprato una delle cantine più belle del mondo, ora voglio fare uno dei vini più buoni al mondo’. La prima cosa che ho fatto, dopo Wine Spectator, è stata chiamarlo per dirgli che ce l’avevamo fatta".

Da quanti anni collabora con Esteves?

"Dal 2012, avevo 32 anni. Sono diventato ad ed enologo a 34 anni. Esteves ha un legame forte con i giovani, nella sua banca, la Btg Pactual, ha 3mila dipendenti, pochi over 50".

La Bgt Pactual salvò la Fondazione Mps?

"Garantì l’aumento di capitale, con le azioni Mps come pegno. Viene a Montalcino tre volte l’anno. Il penultimo Palio vinto dalla Selva si è visto insieme, nel 2019, dai palchi. Esteves non ama farsi vedere alle trifore dei palazzi".

Che impatto ha avuto il premio?

"Pazzesco. Ad Argiano sono venuti la regina del Kuwait e una star del baseball. Tutti sono stati felici, il mio telefono è rovente"