Chianciano, serata di gala. Torna il Premio scudo nel nome della legalità

I riconoscimenti verranno consegnati sabato prossimo al PalaMontepaschi. Sul palco, tra gli altri, Insinna e Cucinelli. Presenta Giancarlo Magalli.

Chianciano, serata di gala. Torna il Premio scudo nel nome della legalità
Chianciano, serata di gala. Torna il Premio scudo nel nome della legalità

Serata speciale quella in arrivo a Chianciano Terme con la terza edizione del Premio Scudo in programma sabato prossimo alle 21 al Palamontepaschi. Tanti e importanti gli ospiti presenti per una serata condotta da uno dei volti più noti della televisione italiana, Giancarlo Magalli. Saranno premiati con il Premio Scudo Flavio Insinna, Brunello Cucinelli, Licia Colò, Ottavia Piccolo, Valerio Rossi Albertini, Claudia Adamo, Chiara Giallonardo, Annalisa Corrado, il Generale Giuseppe Vadalà, Luca Santini. Un evento, promosso dall’Associazione Sicurart, in cui si assegna il premio "per aver onorato il proprio Paese, la divisa e i principi di legalità", si legge nel sito dell’evento. L’ambiente sarà al centro dell’edizione di quest’anno.

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha detto che "questo prestigioso riconoscimento che promuove il rispetto delle leggi, quest’anno in favore dell’ambiente, affronta una questione inderogabile per l’intera umanità, che di fronte al crescente e indiscriminato sfruttamento delle risorse naturali rischia di compromettere il futuro del pianeta. Il concetto di sostenibilità ambientale rinvia alla necessità di costruire un ‘pensare ecologico’ diffuso, sostenuto da un adeguato impegno formativo. Educare alla legalità nei confronti dell’ambiente rappresenta allora una significativa chiave per rinsaldare l’indissolubile legame fra società civile e mondo naturale".

La serata di assegnazione del premio sarà preceduta, alle 17.30, da un talk sul tema ’Verso il mondo di domani: buone pratiche ambientali’. Il sindaco di Chianciano Terme, Andrea Marchetti, ha sintetizzato così la missione del Premio Scudo: "È quella di promuovere la cultura della legalità, per formare cittadini consapevoli e aiutare i giovani a scegliere un percorso di vita ispirato ai valori della solidarietà e della giustizia attraverso l’esempio di personaggi del cinema, della tv, della cultura, del giornalismo e dello sport. Voglio quindi ringraziare l’associazione culturale Sicurart per aver dato una grande opportunità alla nostra città: quella di ospitare un premio così prestigioso con l’obiettivo che Chianciano Terme diventi motore dell’educazione alla cultura delle regole e al senso di appartenenza alla Comunità". Guido Albucci, presidente dell’associazione Sicurart, ha spiegato come "nel segno dell’ambiente, con uno sguardo positivo vogliamo esaltare buone pratiche e protagonisti nel campo della salvaguardia del nostro pianeta".