Alex Zanardi
Alex Zanardi

Siena, 30 giugno 2020 - "Condizioni che rimangono gravi e stabili". Così il nuovo bollettino sulle condizioni di Alex Zanardi, ricoverato in coma farmacologico alle Scotte di Siena dal 19 giugno, dopo il terribile scontro con un camion mentre percorreva una strada nel territorio comunale di Pienza con la sua handibke. Zanardi è stato sottoposto lunedì 29 giugno a una seconda operazione.

La prima era avvenuta lo stesso giorno dell'incidente. Zanardi stava partecipando a una tappa della staffetta benefica con molti amici in handbike e bicicletta in giro per l'Italia. Leggi anche: Nuovo intervento per Zanardi / Zanardi, settimana decisiva / La staffetta arriva comunque in Puglia / Post Instagram del figlio

Il testo del nuovo bollettino

Ecco cosa dice il bollettino di martedì 30 giugno: In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte dallo scorso 19 giugno, la direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese informa che, in seguito al secondo intervento di neurochirurgia a cui è stato sottoposto nella giornata di lunedì 29 giugno, il paziente a distanza di circa 24 ore dall’operazione presenta condizioni cliniche stazionarie ed un decorso stabile dal punto di vista neurologico, il cui quadro rimane grave. Alex Zanardi è ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva, dove resta sedato e intubato, e la prognosi rimane riservata. In accordo con la famiglia non saranno diramati altri bollettini medici in assenza di significativi sviluppi.

image

Due ore e mezzo in sala operatoria

I medici hanno dovuto ricorrere al secondo intervento dopo una Tac di controllo. L'esame, ha fatto sapere l'ospedale, «ha evidenziato un'evoluzione dello stato del paziente» tale da doverlo riportare in sala operatoria «L'intervento - ha aggiunto il direttore sanitario dell'Aou senese Roberto Gusinu - rappresenta uno step che era stato ipotizzato dall'équipe. I nostri professionisti valuteranno giorno per giorno l'evolversi della situazione». L'intervento è durato due ore e mezzo. 

Camionista indagato nomina consulente di parte

L'autotrasportatore 44enne residente a Castelnuovo Berardenga, al momento l'unico indagato "per atto dovuto", come hanno ripetuto più volte i magistrati, per lesioni gravissime nell'incidente che ha coinvolto Alex Zanardi, ha nominato un proprio consulente. E' stato il suo avvocato Massimiliano Arcioni questa mattina, nella Procura di Siena, a indicare il professore Mattia Strangi, 'docente di progettazione dei sistemi di trasporto all'Università di Bologna. La nomina di Strangi è avvenuta durante il conferimento dell'incarico al professore Dario Vangi, ingegnere dell'Università di Firenze, come consulente tecnico della Procura. Le operazioni peritali avverranno così alla presenza di Strangi.

Procura affida perizia per incidente e su handbike

La procura di Siena ha affidata all'ingegner Dario Vangi, professore dell'Università di Firenze, già perito per l'inchiesta sulla morte di Franco Ballerini durante un rally nel 2010 e nell'inchiesta sulla strage di Viareggio, la consulenza che dovrà ricostruire la dinamica dell'incidente e svolgere accertamenti tecnici sull'handbike dell'ex pilota. La perizia, oltre alla dinamica e sulle condizioni del manto stradale, dovrà chiarire se, tra le cause dello schianto ci possa essere quella di un guasto o di un malfunzionamento del mezzo. Docente di progettazione meccanica e costruzione di macchine, Vangi è considerato un esperto nel campo dell'infortunistica stradale. Ha sviluppato diversi modelli per la ricostruzione degli urti, realizzato una pista per prove di crash in vera grandezza, costituendo un laboratorio di sicurezza e infortunistica stradale. Ha inoltre sviluppato un software per l'analisi e la ricostruzione dei tamponamenti e urti frontali a bassa velocità, per la determinazione dei principali parametri cinematici e per la correlazione tra urti e effetti lesivi sugli occupanti. 

 

 

Ferrari al Gp con adesivo "Forza Alex"

A Spielberg pensando a Zanardi. La Formula Uno scalda i motori, domenica in Austria parte la stagione e la Ferrari scenderà in pista con un messaggio di supporto ad Alex Zanardi, l'ex pilota di F1 e campione paralimpico che sta lottando per la vita nell'ospedale di Siena dopo l'incidente dello scorso 19 giugno: lo sticker #ForzaAlex sarà visibile sull'auto.