Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

Sautariello brilla ancora: è argento olimpico

Con l’Italbasket sorde, alle ‘Deaflympics’ in Brasile, si è arresa solo alle statunitensi. Bene anche Caselli: bronzo con la pallavolo maschile

Qui l’Italia della pallavolo sordi, che conta fra le sue file il pratese Alberto Caselli. Ha portato a casa il bronzo
Qui l’Italia della pallavolo sordi, che conta fra le sue file il pratese Alberto Caselli. Ha portato a casa il bronzo
Qui l’Italia della pallavolo sordi, che conta fra le sue file il pratese Alberto Caselli. Ha portato a casa il bronzo

Un argento, un bronzo e un podio mancato per un soffio. E’ un bilancio assolutamente positivo quello degli atleti pratesi alle "Deaflympics" , le olimpiadi per sordi, che sono ancora in corso di svolgimento a Caxias do Sul, in Brasile. La nazionale italiana di pallacanestro sorde, della quale in pianta stabile fa parte Giulia Sautariello, ha infatti ottenuto uno strepitoso argento perdendo solamente in finale contro la selezione Usa per 91-77. Un percorso fenomenale quello delle azzurre, che nel girone, trascinate anche dai canestri della giovane cestista ed istruttrice del Cgfs, hanno sbaragliato la concorrenza di tutte le avversarie, battendo Grecia (72-57), Brasile (128-6) e Polonia (61-42) e ottenendo il primo posto finale. Nei quarti, poi, le italiane si sono trovate di fronte il Kenya, formazione giovane, ma insidiosa, riuscendo comunque ad imporsi per 79-34. In semifinale, poi, di n uovo le acerrime rivali della Polonia, ancora una volta sconfitte (73-58) al termine di una vera battaglia sportiva. La finalissima è stata equilibrata per almeno tre quarti, contro una squadra molto fisica come quella statunitense, che poi nell’ultimo parziale ha fatto valere i suoi muscoli riuscendo a piegare la resistenza delle italiane, che comunque tornano a casa con un argento che sa di impresa da inserire negli annali del basket nostrano. "Sono convinta che questo sia solo un punto di partenza. Abbiamo fatto una grandissima Olimpiade e anche in finale, contro le americane, abbiamo giocato alla pari fino all’inizio dell’ultimo quarto – commenta entusiasta con la medaglia d’argento ancora al collo Sautariello –. Questa squadra ha tutte le carte in regola per provare a vincere le prossime Deaflympics, che si disputeranno nel 2025 a Tokyo. Nel frattempo ci impegneremo al massimo in tutte le altre manifestazioni che ci aspettano: i mondiali in Grecia nel 2023, gli europei a Malaga nel 2024, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?