Restyling del Lungobisenzio. Forza Italia sta con Taiti: "Progetto utile alla città"

Il piano del candidato sindaco civico prevede anche due campi di calcetto o padel, e la riqualificazione di via Firenze con una nuova piazza pubblica .

Restyling del Lungobisenzio. Forza Italia sta con Taiti: "Progetto utile alla città"

Massimo Taiti, candidato sindaco civico, con Assirelli e l’architetto. Loggia, autore del progetto relativo allo stadio

Il progetto di restyling e riqualificazione dello stadio Lungobisenzio presentato dal candidato sindaco civico Massimo Taiti viene appoggiato anche da Forza Italia. Il progetto dell’architetto Loggia prevede il completamento delle tribune del Lungobisenzio, tutte coperte, per una capienza complessiva che può raggiungere fino a 5.000 posti. Poi sul lato ferrovia la realizzazione di due campi di calcio a 5 o padel (come nei progetti anche dell’attuale proprietà dell’Ac Prato), gli spogliatoi a servizio della parte sportiva amatoriale e un bar-ristorante. Nei piani c’è anche la riqualificazione di via Firenze, realizzando una nuova piazza pubblica grazie all’abbattimento di un muro di cinta dello stadio.

Di fatto con questo progetto il Lungobisenzio avrebbe "nuovi spazi, nuove funzioni, la possibilità di vivere ogni giorno per tutto il giorno". Un percorso condiviso da Forza Italia e che sarà presentato questo pomeriggio alle ore 16.30 al coworking evoluto Danama Space di via Tiepolo. Presenti la deputata Erica Mazzetti, il candidato sindaco civico Taiti e l’architetto Loggia. "Un progetto serio e fattibile – spiega Mazzetti -, che ha un che di rivoluzionario nella nostra città visto che per cinque lunghi anni l’attuale stadio è stato chiuso e non è stato fatto niente di concreto sul fronte impianti sportivi. Forza Italia raccoglie la proposta e se ne fa promotrice nella coalizione di centrodestra perché si tratta di un modo concreto per rigenerare una parte della nostra città, anche con il partenariato pubblico-privato".

Secondo la deputata di Forza Italia questo "è un cerchio che si chiude, perché riprendiamo la delibera del 2013 della giunta di centrodestra, ultima azione concreta per dare alla nostra città uno stadio, che poi è rimasto incastrato fra anni di chiusura e una inadeguata programmazione di manutenzione".

Come scritto l’altro giorno, Massimo Taiti nelle prossime ore dovrebbe aderire al progetto del centrodestra che già conta su una coalizione formata da Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Partito Liberale, Udc, Noi Moderati Silli e la lista civica di Gianni Cenni, dove è già stato annunciato l’ingresso dell’ex dirigente comunale Lorenzo Frasconi.

Sdb