Prende fuoco la cappa della cucina. Anziana ustionata e intossicata

Paura ieri all’ora di pranzo in via Macia a Comeana. La pensionata, disabile, stava riposando quando è stata investita dal fumo e dalle fiamme. Subito soccorsa dal marito. E’ stata portata a Cisanello con Pegaso.

Prende fuoco la cappa della cucina. Anziana ustionata e intossicata

Prende fuoco la cappa della cucina. Anziana ustionata e intossicata

La cappa della cucina si è incendiata e le fiamme sono arrivate, proprio come una lingua di fuoco, sino al giardino provocando ustioni importanti e un’intossicazione da monossido di carbonio ad una anziana che si stava riposando. Tragedia sfiorata ieri, dopo pranzo, in via Macia a Comeana. In un terratetto a schiera vivono marito e moglie, lei nata nel 1947 e lui 80enne. La moglie ha difficoltà di deambulazione e subito dopo pranzo il marito l’aveva accompagnata in giardino per poi mettersi a cucinare. L’uomo dopo aver messo la pentola sul fuoco è andato in un’altra stanza e qualcosa è successo, tanto che dopo pochi minuti ha sentito odore di bruciato. Quando ha aperto la porta, la cucina era invasa dal fumo e dal fuoco e il suo primo pensiero è stato di andare a prendere la moglie ma non c’è riuscito. Ha chiamato i vigili del fuoco che sono intervenuti con tre squadre. Nel frattempo il fuoco e il fumo, dopo aver bruciato mobili e porte, si sono propagati nella corte sul retro della casa e l’anziana terrorizzata non aveva via d’uscita. Il 118 ha inviato la medicalizzata della Misericordia di Poggio a Caiano e l’elisoccorso Pegaso che è atterrato al campo sportivo. I vigili del fuoco hanno portato fuori l’anziana che presentava ustioni molto gravi ed era intossicata, e dopo l’intervento del medico è stata trasportata in elisoccorso al centro grandi ustionati di Cisanello a Pisa. Il marito, invece, all’ospedale di Prato per controlli. Sono intervenuti anche i carabinieri e nel frattempo sono arrivati i figli della coppia. Via Macia, strada a senso unico, è stata chiusa al traffico per diverse ore per consentire ai vigili del fuoco tutte le operazioni di messa in sicurezza dell’abitazione.

M. Serena Quercioli