Prato: sciopero al Panificio Toscano

I Sì Cobas: «L’inquadramento del personale non è corretto»

La protesta dei lavoratori

La protesta dei lavoratori

Prato, 20 ottobre 2023 – Sciopero e presidio oggi, 20 ottobre, al Panificio Toscano. Riprende l'agitazione dei lavoratori che rivendicano i corretti livelli di inquadramento.

Secondo il sindacato SìCobas «il personale è sottoinquadrato con perdite di salario importanti, dai 150 fino ai 300 euro lordi al mese. Dopo anni di battaglie ai cancelli e nelle aule di tribunale, passate anche dall'intervento dell'Ispettorato del Lavoro che ha dato ragione ai lavoratori, l'azienda a gennaio ha finalmente applicato il contratto dei panifici industriali abbandonando quello per i forni artigianali».

Per i Cobas però «si continua a risparmiare illegittimamente sul costo del lavoro riconoscendo livelli di inquadramento inferiori a quelli dovuti rispetto alle mansioni svolte dai lavoratori. Lo sciopero arriva dopo mesi di promesse a cui non sono seguiti i fatti. Ai lavoratori era stato promesso un re-inquadramento prima entro il mese di luglio e poi entro il 3 ottobre. Così i lavoratori hanno deciso di riprendere l'agitazione».