Prato, al Datini le opere vincitrici del concorso contro i rischi del gioco d'azzardo

Inaugurata la mostra itinerante delle opere finaliste e vincitrici del concorso artistico Prize 2

La presentazione della mostra

La presentazione della mostra

Prato, 23 febbraio 2024 - "Vincere con la creatività e non con l'azzardo": è questo il titolo del concorso artistico Prize 2, patrocinato dal comune di Prato nell'ambito del Piano Regionale di Contrasto al Gioco d'azzardo. Nella mattinata odierna, presso l'Istituto Datini, è stata presentata la mostra itinerante delle opere finaliste e vincitrici della competizione, giunta già alla sua seconda edizione. Il progetto è finalizzato alla sensibilizzazione delle scuole toscane sul tema del gioco d'azzardo, con la realizzazione, da parte degli studenti delle secondarie di secondo grado di tutta la Regione, di opere d'arte aventi come tema proprio quello del gioco d'azzardo.  Prize 2 nasce da un Protocollo di lavoro tra Regione Toscana, ANCI Toscana, Comune di Prato ed enti del Terzo Settore con duplice scopo. Il primo obiettivo consiste nel veicolare il tema del gioco d'azzardo e raccogliere il punto di vista degli studenti. Il secondo obiettivo è quello di suscitare una riflessione in merito alle conseguenze negative che il gioco d'azzardo può generare, sia per coloro che giocano che per i loro famigliari e infine per la comunità tutta. La dipendenza da gioco d'azzardo produce infatti effetti nefasti all'interno della comunità in quanto può ingenerare disgregazione sociale, perdita del lavoro, delle relazioni famigliari, impoverimento e necessità di cure a cui molto spesso l'interessato non ricorre per ragioni di vergogna temendo lo stigma sociale. Sono più frequentemente i famigliari che ricorrono all'apposito servizio della Azienda Sanitaria Toscana attivo anche a Prato presso il Centro Giovannini, con numeri degli accessi in rialzo ma ancora piuttosto bassi rispetto al manifestarsi del fenomeno in città secondo le stime ufficiali diramate dall' Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Al concorso sono state ammesse tutte le categorie creative come fumetto, animazione, cortometraggi, testi letterari, poesie e testi musicali. Adesso la mostra sarà disponibile nelle scuole per diffondere un messaggio di attenzione rispetto alla tematica del gioco d'azzardo.