Paura al Macrolotto: pirata della strada investe ciclista e scappa

Grave un uomo di 35 anni travolto mentre percorreva via dei Fossi con la sua bicicletta. E’ stato trovato riverso a terra da un passante

La bici investita
La bici investita

Prato, 3 gennaio 2024 – E’ stato travolto e abbandonato sull’asfalto. Ad accorgersi di lui, steso a terra, agonizzante sul ciglio della strada, è stato un automobilista di passaggio che ha notato una persona a terra. Il brutto incidente è avvenuto la sera fra il primo e il 2 gennaio, poco dopo la mezzanotte, in via dei Fossi, al Macrolotto, dove un pirata della strada ha travolto il ciclista, cinese di 35 anni, ed è scappato senza prestare soccorso. Non si sa molto della dinamica e neppure quanto il cinese sia rimasto a terra ferito prima che il passante si accorgesse di lui e lanciasse l’allarme al 118.

Sul posto è intervenuta subito un’ambulanza che ha preso in carico il ferito e lo ha portato all’ospedale. In via dei Fossi sono arrivati poi gli agenti della polizia municipale che hanno trovato la bicicletta del ferito: il mezzo aveva i chiari segni di un investimento. Gli agenti hanno fatto i rilievi ma al momento le ricerche del fuggitivo sono in corso. Nel frattempo, il cinese è stato trasferito dal Santo Stefano a Careggi in quanto le ferite riportate nello scontro con la macchina sono apparse più gravi del previsto. L’uomo non sarebbe in pericolo di vita ma ieri i medici gli hanno dato una prognosi di 30 giorni. Il cinese non è ancora stato sentito ma è possibile che non sia in grado di fornire elementi utili alle indagini.

La polizia municipale è alla ricerca di testimoni e sta passando al setaccio le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona per risalire a chi ha investito il ciclista. La bicicletta è stata sequestrata per verificare se il mezzo che l’ha travolta abbiamo lasciato segni di vernice o altri indizi utili per rintracciare l’automobilista scappato.

Decisive saranno le immagini delle telecamere di sorveglianza di tutta la zona: saranno passate al setaccio una a una per tentare di incastrare il responsabile. Non è la prima volta infatti che le telecamere di sorveglianza si dimostrano utili a indagini di questo tipo. E la zona è piena di occhi elettronici, sia sulle strade che private, delle aziende.