Coronavirus, aziende di Vaiano donano gel e mascherine

La Tricobiotos e la Dreoni Giovanna ringraziate dal sindaco Bosi

A sin. Primo Bosi con Sergio e Roberto Dreoni, a destra con Marco Bucaioni
A sin. Primo Bosi con Sergio e Roberto Dreoni, a destra con Marco Bucaioni

Vaiano (Prato), 11 marzo 2020 – Tra tanti problemi non mancano i gesti, preziosi, di solidarietà. Come quello che stanno compiendo due aziende di Vaiano, la Tricobiotos e la Dreoni Giovanna, specializzate rispettivamente in prodotti per la cura dei capelli e confezioni tessili per auto e camper, che hanno scelto di dare sostegno alla comunità locale mettendo a disposizione beni che sono diventati di prima necessità e che in molti casi sono introvabili.

“Sono gesti significativi e voglio ringraziare pubblicamente questi imprenditori. Nei momenti di crisi e difficoltà la solidarietà rappresenta per tutti un faro da cui ripartire”, sottolinea il sindaco Primo Bosi.

La Tricobiotos ha deciso di regalare al Comune una quantità sufficiente di gel disinfettante per dare un po’ di sicurezza a chi lavora negli uffici pubblici ed è esposto al contatto con i cittadini. Non solo. Il presidente della Tricobiotos, Marco Bucaioni, quando ha saputo che alla Caritas di Prato avevano terminato il disinfettante per l’Emporio della solidarietà, il Centro di Ascolto e gli altri servizi, ha immediatamente consegnato all’assessore alle Politiche sociali del Comune, Giulio Bellini, una scatola di preziose boccette destinate a operatori e utenti. “Ci fa piacere ed è giusto dare una mano in questo momento - dice Marco Bucaioni che farebbe volentieri a meno di essere citato per il gesto di generosità -  Da qualche anno produciamo un gel disinfettante a base alcolica destinato alle parrucchiere, vista la situazione stiamo realizzando anche delle mini confezioni che vengono regalate alle clienti. In queste ore cerchiamo tutti di sostenerci, di dare il meglio, i dipendenti della Tricobiotos, ad esempio, oggi erano tutti al lavoro”.

Alla ditta Dreoni Giovanna, i fratelli Sergio e Roberto Franco, non si sono tirati indietro quando il sindaco Bosi ha chiesto aiuto e mascherine di sicurezza. Abituati a produrre supporti tessili di alta qualità anche per auto e camper, in poche ore hanno realizzato alcuni prototipi di mascherine: a due e a tre strati. Già da domani – annunciano - una prima quantità sarà pronta per essere consegnata ai dipendenti comunali.

Intanto viste le enormi difficoltà nel reperire mascherine si è già fatta viva la Coop Val di Bisenzio per verificare la possibilità di una fornitura. In programma c’è anche la produzione di camici usa e getta per la Asl Toscana Centro, anche questi necessari all’emergenza sanitaria. Intanto i fratelli Dreoni non mollano e lavorano per garantire gli ordini e le forniture su cui sono impegnati con aziende di mezza Europa.