MARIA SERENA QUERCIOLI
Cronaca

Giù dal terrazzo di casa. "La mamma ce la farà, è viva grazie ai vicini"

Melania Prenza è ancora in terapia intensiva a Careggi dopo la caduta. La figlia: "Allarme e soccorsi tempestivi, se fossero passati altri 5 minuti..."

L’elisoccorso è intervenuto a Poggio per soccorrere la donna

L’elisoccorso è intervenuto a Poggio per soccorrere la donna

Poggio a Caiano (Prato), 15 agosto 2023 - E’ ricoverata nel reparto di terapia intensiva pneumologica al policlinico di Careggi, Melania Prenza, la pensionata di 70 anni precipitata dal balcone di casa domenica pomeriggio a Poggio a Caiano. La prognosi resta riservata. Fra quattro o cinque giorni il suo quadro clinico sarà più chiaro e forse potrà essere dichiarata fuori pericolo: ha un forte trauma toracico e polmonare ma non ha riportato danni midollari né neurologici, né risulterebbero danneggiati gli organi interni.

Melania Prenza, ex fioraia di Poggetto, vive in via Ponte alla Furba col marito. Al momento dell’incidente in casa era in corso una ristrutturazione del balcone: un segmento di ringhiera mancante era stato sostituito con un cancellino di legno. La donna voleva togliere del cemento secco dal pavimento ed ha staccato il cancellino: in quel momento, probabilmente, ha avuto un malore o un giramento di testa ed è volata di sotto, da un piano di altezza. Non aveva neanche aperto i detersivi per pulire.

"Una vicina di casa – racconta la figlia Rebecca Ciardi – l’ha vista proprio cadere nel vuoto, ha urlato e chiamato subito i soccorsi". Il marito di Melania era in casa a vedere la televisione e senza il provvidenziale intervento della vicina e di un altro ragazzo che era lì fuori, non si sarebbe subito accorto che la moglie era precipitata dal terrazzo.

La medicalizzata del 118 della Misericordia di Poggio a Caiano è arrivata in meno di cinque minuti: "La mamma ha riportato anche un trauma facciale – prosegue la figlia – e nonostante la caduta voleva parlare ma si capiva che erano compromessi i polmoni, non respirava. Devo ringraziare i soccorritori che sono stati veramente veloci e bravi anche nel coordinamento con l’elicottero Pegaso. Se fossero passati altri 5 minuti le cose sarebbero andate molto peggio. Adesso possiamo solo aspettare il decorso in rianimazione. La mamma è una donna forte".

Melania Prenza è conosciuta a Poggetto: nel giugno scorso aveva messo a disposizione il suo magazzino per la raccolta di materiale da destinare alle popolazioni alluvionate dell’Emilia Romagna su iniziativa della figlia Rebecca e lei stessa aveva passato ore e ore a riempire le scatole di abbigliamento, biancheria e attrezzi da lavoro. Il carico era stato poi portato da Rebecca e da suo marito, con altri amici, in Romagna con un furgone. "La mamma quando c’è da aiutare qualcuno – conclude Rebecca – è sempre disponibile e mi ha trasmesso questa passione. Ha ancora tanti progetti di solidarietà da realizzare... Sono certa che ce la farà".