"Bresci e il museo Soffici. Ennesima caduta di stile"

Poggio Insieme: "Con Moriconi presenta la nuova mostra alle Scuderie e non cita la co-curatrice Ballerini. Cavallo all’inaugurazione non ci sarà: assenza clamorosa" .

"Bresci e il museo Soffici. Ennesima caduta di stile"
"Bresci e il museo Soffici. Ennesima caduta di stile"

Non è certo passata inosservata a Poggio a Caiano la conferenza stampa con cui giovedì è stata presentata la mostra "Fogli d’epoca. Rivista italiane 1900-1920", che aprirà oggi al pubblico alle Scuderie Medicee. La vicesindaca e assessore alla cultura Diletta Bresci e il nuovo direttore del Museo Soffici Mauro Moriconi non hanno nemmeno citato Giulia Ballerini, direttrice del museo fino a poche settimane fa e della mostra co-curatrice (il curatore Luigi Cavallo, storico dell’arte di fama e massimo esperto di Soffici, nonché figura fondamentale per il museo e la sua sopravvivenza, non era presente). Una caduta di stile da parte di Bresci e Moriconi notata a prescindere dai colori politici da chi conosce la storia del museo e l’importanza della figura di Soffici. Una caduta di stile nella forma e nella sostanza che ha subito innescato la durissima reazione di Poggio Insieme, il gruppo consiliare dell’opposizione di centrosinistra. "Su Giulia Ballerini - dicono i consiglieri – che ha guidato con serietà e professionalità e a titolo praticamente gratuito il museo, non è bastata l’esclusione della direzione. A quella va ad aggiungersi una damnatio memoriae, quasi come se competenza e merito fossero retaggi di cui vergognarsi e non la base per costruire iniziative di valore. Ciò è triste. Anche sul piano umano. Ma rende bene, purtroppo, lo spessore di chi si comporta così". Poi il passaggio su Cavallo. "Nel programma ufficiale dell’inaugurazione – aggiungono – non figurano né Ballerini, né Cavallo. Non si è mai visto inaugurare un evento culturale senza la presenza di chi lo ha curato. Cosa sia accaduto per motivare assenze così clamorose non è chiaro. E’ però chiaro che l’inaugurazione sarà tenuta solo da politici, evidentemente non esperti della materia, e dal nuovo direttore del museo. E vedremo meglio, quando ci saranno forniti gli atti, in base a quali competenze". Non solo. "In conferenza stampa – aggiungono i consiglieri – è stata magnificata la presenza in mostra di un disegno di Picasso come si trattasse di una novità. In realtà quel disegno sta nel Museo Soffici, in comodato gratuito, ormai da quasi 5 anni e l’operazione fu condotta dall’assessore alla cultura di allora, Giacomo Mari, insieme al compianto Luigi Corsetti. Sarebbe stato giusto ricordarlo".

Oggi alle 17 ci sarà l’inaugurazione in presenza anche del sindaco Riccardo Palandri. "Siamo certi che il trio, nei saluti introduttivi, qualche “grazie” a Giulia Ballerini lo dedicherà, sia pure in evidente zona cesarini – conclude Poggio Insieme –. Speriamo solo, anche vista la difficoltà di illustrare al pubblico un evento così specialistico, che il trio non si esibisca in qualche ulteriore stecca sul piano culturale. La pessima figura, di stile e non solo, mostrata fino a oggi basta e avanza".