Trasporto pubblico locale 2,6 milioni per potenziarlo nelle aree più penalizzate

Il contratto tra Provincia di Pisa e Autolinee Toscane entra in vigore oggi. Sarà valido fino al giugno 2024 in attesa della gara complessiva da 20 milioni.

Trasporto pubblico locale 2,6 milioni per potenziarlo nelle aree più penalizzate

Trasporto pubblico, in arrivo il potenziamento nelle aree più disagiate

PONTEDERA

La Provincia di Pisa mette sul piatto di Autolinee Toscane 2,6 milioni di euro per incrementare il servizio di trasporto pubblico locale nelle aree più disagiate dell’intero territorio, in particolare di Valdera, Valdicecina e Valdarno Inferiore. Il contratto è stato sottoscritto tra l’ente presieduto da Massimiliano Angori e Autolinee Toscane in attesa dell’espletamento della gara complessiva da 20 milioni di euro per i prossimi nove anni. La gara di appalto da 20 milioni di euro scade il prossimo 20 novembre ed è gestita da Provincia di Pisa e Unione Valdera come stazioni appaltanti.

"Il contratto siglato – spiega il presidente della Provincia, Massimiliano Angori – riguarda i cosiddetti lotti deboli, per il periodo a partire dal 1 novembre 2023. Nei giorni scorsi la Provincia di Pisa ha avviato la procedura di gara lotti deboli indetta dallo stesso ente tramite la formula del dialogo competitivo, per potenziare il trasporto su gomma nelle fasce e nelle aree in cui il trasporto messo in pista dal lotto unico regionale non è sufficiente".

"L’avvio del nuovo assetto di servizio nei lotti deboli, a partire da oggi, primo novembre 2023, dunque, non potrà essere eseguito nella sua interezza a partire da tale data e quindi, nelle more dell’espletamento e dell’aggiudicazione della gara di propria competenza, si rende necessario, per garantire la completa salvaguardia del servizio pubblico essenziale reso verso l’utenza del trasporto pubblico locale, procedere con l’affidamento in via emergenziale, almeno fino al mese di giugno 2024 o comunque fino a quando non sarà possibile attuare il nuovo assetto – aggiunge Arianna Buti, sindaca di Buti e vicepresidente della Provincia con delega alla pianificazione dei servizi di trasporto in ambito provinciale – Per questo la nostra Provincia ha stipulato questo contratto con Autolinee Toscane, del valore di 2,6 milioni di euro. Preme, inoltre, ricordare che si tratta di importanti azioni a cura dell’ente provinciale, che nel corso già dei prossimi mesi potenzierà dunque il servizio sul territorio. E, attraverso la gara in corso, si farà fronte alla situazione con risorse regionali, comunali e con una compartecipazione anche da parte della nostra Provincia".

"Si tratta di una gara del valore di circa 20 milioni complessivi, con apposizione di risorse comunali che gestirà la Provincia di Pisa, una delle due stazioni appaltanti insieme all’Unione Valdera – concludono Angori e Buti – Ricordiamo che per la Provincia di Pisa i lotti da affidare sono l’extraurbano pisano, il Valdarno, la Val di Cecina, mentre l’Unione Valdera si occuperà del lotto Valdera".