Fermato lo spacciatore dell’eroina thailandese

Fermato lo spacciatore  dell’eroina thailandese
Fermato lo spacciatore dell’eroina thailandese

PONTEDERA

Lo spacciatore dell’eroina che ha quasi ammazzato un tossico di trentanove anni è stato identificato e arrestato dalla polizia del commissariato cittadino. E’ un nigeriano di 39 anni. La partita di eroina thailandese arrivata anche in è potenzialmente letale, droga di scarsissima qualità, "robaccia" che per poco non ha ucciso un uomo. E dopo l’allarme creatosi per l’eroina thailandese e l’overdose quasi mortale di un tossicodipendente a Pontedera, la polizia ha avviato un’attività capillare di indagine che ha portato all’individuazione dello spacciatore che aveva fornito la dose al 39enne finito in ospedale.

Dopo aver individuato il presunto spacciatore, i poliziotti hanno dato avvio a un servizio di osservazione nella zona della stazione ferroviaria che ha permesso di individuare il momento del contatto dello spacciatore con un altro giovane tossicodipendente che aveva bisogno di rifornirsi di eroina e che, forse, avrebbe potuto avere conseguenze fisiche come il 39enne. Lo spacciatore nigeriano abitante in città è arrivato in bicicletta e, dopo una veloce trattativa, si è allontanato per poi tornare a portare la dose di eroina thailandese al cliente. I poliziotti dislocati nella zona hanno fermato lo spacciatore e il tossico.

La perquisizione personale ha consentito il rinvenimento della dose che il giovane aveva comprato al prezzo di 33 euro e che aveva in tasca. Lo spacciatore è stato arrestato per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti e, dopo gli adempimenti negli uffici del commissariato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza dello stesso comando diretto dal vicequestore Luigi Fezza. AL termine dell’udienza per direttissima in Tribunale a Pisa, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto per lo spacciatore la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria ogni giorno.

g.n.