Confermate le bandiere arancioni

La cerimonia di consegna ai Comuni del riconoscimento del Touring club

Importanti conferme tra le bandiere arancioni del nostro territorio, 8 nella provincia di Pisa, 43 nell’intera Regione toscana, la regione più premiata a livello nazionale. La cerimonia di consegna si è svolta domenica scorsa all’interno della Bit, la borsa internazionale del turismo, alla presenza del ministro del turismo Daniela Santanchè. La bandiera arancione è il riconoscimento che il Touring club Italiano riserva ai comuni dell’entroterra dopo aver valutato le loro caratteristiche rispetto all’accoglienza turistica, alla qualità dell’offerta, alle opportunità di intrattenimento e all’attenzione dedicata al turismo green. Le conferme riguardano i comuni di Casale Marittimo, Casciana Terme Lari, Castelnuovo Val di Cecina, Monteverdi Marittimo, Peccioli, Pomarance, Vicopisano e Volterra. Quello della bandiera arancione è un riconoscimento molto significativo, se si tiene conto che solo l’8 percento dei comuni che ne hanno fatto richiesta sono riusciti ad ottenerla, ben 281 su 3.556 località candidate. "Questa riconferma è una bella soddisfazione – ha sottolineato il sindaco Mirko Terreni, che a Milano era accompagnato dall’assessore Emanuele Baroni – significa che abbiamo lavorato bene su molti fronti, dall’accoglienza, alla cura dei centri urbani, alla qualità dei servizi offerti. Rappresenta anche uno stimolo per valorizzare ancora di più la destinazione e le sue eccellenze".

Stessa soddisfazione anche dalle parti di Peccioli, comune che è stato messo in risalto come esempio per la segnaletica turistica e per l’iniziativa del Peccioli Working Village, una settimana all’interno della quale professionisti del turismo hanno soggiornato a Peccioli lavorando e trasferendo competenze al territorio. "Ricevere la bandiera arancione per il ventunesimo anno consecutivo è per noi motivo di orgoglio – ha detto il primo cittadino Renzo Macelloni (nella foto) – e di prestigio per il territorio. È un vessillo che simboleggia un costante e importante lavoro di squadra".

Giuseppe Pino