Masi e Fiaschi da incubo

Le pagelle: Mataloni unico 6, Evangelista evanescente, Bonfanti non punge

Masi e Fiaschi da incubo

Carannante in azione (Rastelli)

Mataloni 6: non viene quasi mai chiamato in causa e sul gol non ha nessuna responsabilità.

Riccio 5,5: si vede poco in fase di spinta nonostante gli avversari non creino particolari problemi, dietro fa ciò che può. (Anticoli sv).

Masi 4,5: quasi mai in posizione, si proietta in avanti senza costrutto e sbaglia un gol clamoroso.

Greco 5,5: una partita senza acuti ma senza neanche troppi errori, si arrangia in qualche modo pur non essendo sempre pronto.

Bailo 5: tanta confusione unita a buona volontà tanto che alla fine il risultato non è dei migliori. Il Borgo San Donnino non punge in attacco e avrebbe potuto e dovuto dare una mano maggiore sulla fascia.

Pertici 5: non parte benissimo poi con il passare dei minuti si riprende e inizia a macinare gioco alla sua maniera ma questa volta non viene premiato (Panicucci sv).

Carannante 4,5: praticamente non riesce mai ad entrare in partita, la condizione non è delle migliori e si vede tanto che Parigi decide di toglierlo all’inizio del secondo tempo. (Del Rosso 5: non si vede mai, non cambia ritmo alla squadra e non riesce ad incidere).

Biaggi 5: l’impegno ce lo mette ma i frutti sperati non arrivano. Il gioco della Pistoiese non c’è e trovare soluzioni è difficile se non impossibile.

Fiaschi 4,5: ingaggia una sfida personale con Piga provando in tutti i modi a trovare il gol ma il portiere del Borgo Sas Donnino è in giornata e gli chiude la porta. Nel primo tempo ha l’occasione più nitida che però spreca malamente.

Evangelista 5: spesso avulso dal gioco, non trova mai la posizione in campo. (Milani 5: sulla conclusione che finisce sul palo poteva fare meglio per il resto ci prova senza riuscirci).

Bonfanti 4,5: in avanti non punge ma è anche vero che è lasciato troppo solo. Sicuramente avrebbe bisogno di avere qualcuno accanto e soprattutto di avere un maggiore aiuto da parte del centrocampo.

Parigi 5: è vero che non può fare miracoli ma da una squadra che lotta per salvarsi ci si aspetta almeno di vederla giocare con la bava alla bocca e invece la Pistoiese vista anche contro il Borgo San Donnino non ha dato l’impressione di essere una squadra che gioca come se non ci fosse un domani.

M.I.