La Pistoiese rallenta ancora Fischi e silenzio

Gli orange non vanno oltre il pari (terzo di fila) con il Mezzolara: l’occasione persa fa scattare la contestazione, dal club non parla nessuno

La Pistoiese rallenta ancora Fischi e silenzio

La Pistoiese rallenta ancora Fischi e silenzio

PISTOIESE

0

MEZZOLARA

0

PISTOIESE (4-4-2) Ricco; Goffredi (33’ st Diodato), Salto, Davì, Chrysovergis; Ferrandino (18’ st Oubakent), Tanasa, Silvestro (9’ st Costa), Piscitella; Marquez, Nardella (9’ st Di Mino). A disp: Valentina, Pertica, Lordkipanidze, Chiesa, Gallitelli. All. Consonni.

MEZZOLARA (4-3-1-2) Malagoli; Cavina, De Meio, Cestaro, Chelli; Muro, Landi, Fini (20’ pt Pecchia, 12’ st Bellantani); Corsi; Alessandrini (12’ st Benedettini, 41’ st Vecchio), Vassallo (28’ st Fogli). A disp: Bisazza, Catozzo, Vecchio, D’Agata, Novi. All. Nesi.

ARBITRO Vailati di Crema.

Una Pistoiese tanto volenterosa quanto sprecona non va oltre lo zero a zero contro il Mezzolara e a fine partita scatta la contestazione da parte della Curva all’indirizzo di squadra e tecnico. Nervosismo palpabile anche in seno alla società, che si trincera dietro il silenzio stampa. Il terzo pareggio consecutivo (nove punti in sei gare) sa di occasione persa per ricucire il gap con le prime posizioni in classifica e certifica che, al momento, c’è qualcosa che non gira.

Il primo squillo è di marca arancione arriva al 20’ con Piscitella che, direttamente da rimessa laterale di Salto, da pochi passi colpisce di testa a botta sicura ma Malagoli si fa trovare pronto. La Pistoiese attacca con tutto organico, ha in mano la partita e cerca con insistenza il varco giusto per sbloccare la gara. Al 37’ l’occasione arriva con Davì che ha la palla buona per segnare ma il difensore arancione non sfrutta a dovere il cross di Ferrandino. La ripresa inizia con un brivido per la Pistoiese che rischia di capitolare al 50’ ma Alessandrini, dopo un’azione confusa in area, davanti alla porta manca clamorosamente l’impatto con il pallone graziando gli arancioni. Le occasioni fioccano ma la Pistoiese non riesce a tramutarle in gol e il Mezzolara che gioca tutto nella propria metà campo ringrazia sentitamente. Al 74’ la Pistoiese con Di Mino va di nuovo vicina al gol: slalom in area e grande esterno destro che Malagoli alza sopra la traversa. Di Mino è di nuovo protagonista un minuto dopo con un altro colpo da biliardo ma ancora una volta Malagoli gli nega la gioia del gol. La Pistoiese gioca mentre il Mezzolara è chiusa nella propria area a difesa della porta. Gli arancioni le provano di tutte ma il gol non arriva anche perché Malagoli è in giornata di grazia e para qualsiasi tiro arrivi verso la porta, come al 90’ alzando sopra la traversa un gran destro di Piscitella. I tre punti sarebbero stati meritati, ma il calcio è semplice: per vincere bisogna fare gol.

Maurizio Innocenti