Verso la riapertura del viadotto

Il viadotto di Maresca sta finalmente per riaprire dopo oltre cinque anni di chiusura. I lavori sono quasi completi e presto inizieranno i ristori per le attività commerciali colpite. Resta però la curiosità su come sia stato possibile impiegare così tanto tempo per riaprire una strada di soli cento metri.

Verso  la riapertura del viadotto
Verso la riapertura del viadotto

Quello strato nero di asfalto che ha coperto la carreggiata del viadotto di Maresca ha quasi restituito il sorriso ai paesani, vedere le macchine all’opera prelude alla tanto agognata riapertura, attesa per più di cinque anni. Tutti ancora cauti, ma si respira aria nuova e lo si capisce dall’intensificarsi delle visite da parte dei paesani. Anche il sindaco, Luca Marmo, si esprime con un ottimismo temperato dall’attesa troppo lunga, che ha lasciato il segno pesante di 63 mesi d’incertezze e notizie contradditorie.

"I lavori volgono alla conclusione – ha affermato il primo cittadino – con l’asfaltatura si conclude un ulteriore stralcio dei lavori. In questi giorni arriveranno le barriere e quando saranno posizionate avremo scritto il penultimo atto, dopo di questo resta solo il collaudo, che però è un atto formale, e con questo si chiuderà il cantiere e renderemo la strada praticabile. A quel punto mi riterrò soddisfatto per aver restituito alla collettività un’opera importante". Con la riapertura del viadotto, ipotizzabile in qualche settimana se non meno, si aprirà la pagina dei ristori per le attività commerciali che hanno subito perdite molto consistenti a seguito della chiusura. A breve dovrebbe iniziare, ma la data ancora sul calendario non è stata scritta, il lavoro alla parte sottostante del ponte, questi lavori però non avranno nessun impatto sulla viabilità. Resta la curiosità, ma forse resterà in eterno, su come ci siano voluti oltre cinque anni per riaprire un centinaio di metri di strada. I paesani hanno ironizzato parecchio, questo capitolo però non si chiude con la riapertura.

Andrea Nannini