Toscana Fair diventa ’casa comunale’. Ieri il primo matrimonio con rito civile

A Pistoia, al ristorante Toscana Fair, si è celebrato il primo matrimonio civile in una location non comunale. Un'opportunità per il turismo e il settore wedding, con spazi all'aperto e servizi personalizzati.

Toscana Fair diventa ’casa comunale’. Ieri il primo matrimonio con rito civile

Toscana Fair diventa ’casa comunale’. Ieri il primo matrimonio con rito civile

Ieri pomeriggio nel giardino del ristorante Toscana Fair a Pistoia si è svolto il primo rito civile di matrimonio in una location diversa dalle sedi comunali. Il ristorante Toscana Fair – Centro Mati 1909 è infatti diventata una location in cui è possibile celebrare il rito civile del matrimonio. Non più solo luoghi storici e attività ricettive di pregio di proprietà comunale, ma anche spazi all’aperto e ambienti privati per offrire ancora nuove alternative a chi desidera celebrare le proprie nozze a Pistoia. Per l’occasione era presente anche l’assessore Sabella che ha voluto questo provvedimento per offrire nuove opportunità di crescita e sviluppo al settore turistico, approfittando del grande interesse dimostrato da residenti e non per la Toscana in tema di wedding. A partire dal 2024 è possibile scegliere gli spazi del Ristorante Toscana Fair e del Centro Mati 1909 come Casa Comunale e celebrare qui il proprio matrimonio a partire proprio dalla ufficializzazione del rito civile. Una location che offre la possibilità di organizzare l’evento all’esterno negli ampi spazi dell’Orto Fair oppure nelle suggestive serre in vetro. Wedding planner e fioriste interne a disposizione degli sposi per aiutarli nella organizzazione del loro evento e per rispondere a tutte le loro richieste di personalizzazione. Menu studiati nel rispetto della tradizione toscana e della natura agrituristica del ristorante, che utilizza per i suoi piatti solo prodotti toscani ed eccellenze del territorio.