Monsignor Tardelli nuovo vescovo di Pescia. L’incarico si affianca a quello che ricopre a Pistoia

Non si tratta di un accorpamento di diocesi, ma della volontà del Papa di ridurre il numero di vescovi in Italia. Monsignor Filippini lascia per sopraggiunti limiti di età (Video: Acerboni / FotoCastellani)

Pistoia, 14 ottobre 2023 – Monsignor Fausto Tardelli sarà nominato vescovo di Pescia. Il messaggio è stato inviato dall'arcivescovo di Firenze e presidente della Conferenza Episcopale Toscana, cardinale Giuseppe Betori. Tardelli era già (e resterà) anche vescovo di Pistoia. Non si tratta di un accorpamento di diocesi, ma di un’espressione della volontà diretta del Papa di ridurre il numero di vescovi in Italia accordando chiese sorelle.

"Accompagno con la preghiera e rivolgo i miei più cari auguri a monsignor Fausto Tardelli che da oggi, per volere di Papa Francesco, alla guida pastorale della diocesi di Pistoia associa quella della diocesi di Pescia, nella forma giuridica dell'unione 'in persona episcopi’ - afferma Betori -. Invochiamo il Signore perché sostenga il vescovo Fausto nell'impegno del suo ministero, perché continui ad essere un buon pastore, premuroso e vigile per il gregge delle due comunità che gli sono state affidate”.

Betori da presidente della Cet aggiunge che "con animo grato e carità fraterna ringraziamo monsignor Roberto Filippini per la dedizione con cui in questi anni ha condotto il cammino dei fedeli della diocesi di Pescia illuminato dalla luce del Vangelo”.

Il vescovo Filippini lascia l'incarico per raggiunti limiti di età. La nomina di Tardelli anche a vescovo di Pescia è già effettiva, mentre il passaggio nelle funzioni dovrebbe essere prima delle festività di fine anno.