Scuole aperte d’estate. Ecco cosa si può fare

Dai prossimi giorni, dalle primarie alle superiori, saranno organizzate attività .

Scuole aperte d’estate. Ecco cosa si può fare

Scuole aperte d’estate. Ecco cosa si può fare

PISTOIA

Scatta il conto alla rovescia per i vari progetti "scuole aperte d’estate" che nello scorso mese sono stati deliberati dai diversi collegi docenti delle scuole pistoiesi. Già dai prossimi giorni all’interno delle aule delle scuole, dalle primarie alle superiori, saranno organizzate attività dedicate ai ragazzi che non sono impegnati negli esami di fine ciclo. Si tratta di offrire alle famiglie corsi estivi di potenziamento delle competenze didattiche. Le scuole, secondo quanto deciso da Roma, opereranno in rete oppure da sole "in sinergia con i Comuni o associazioni locali, stipulando accordi con Università e aziende del terzo settore.

I progetti potranno riguardare il potenziamento delle competenze di lingua straniera, di cittadinanza consapevole, di orientamento, o ancora l’ambito motorio, musicale, coreutico, artistico-espressivo". Non tutti i plessi pistoiesi aderiranno all’iniziativa ma in alcune scuole sono già aperte le iscrizioni per varie attività.

Al liceo scientifico Amedeo di Savoia sono previsti gruppi sportivi ma anche l’ormai consolidato campus "Matita" che sarà organizzato a Spianessa, sulla montagna pistoiese, una sei giorni di approfondimento dedicati alla Matematica e all’Italiano dove i ragazzi potranno aderire partecipando a singole giornate di potenziamento oppure per l’intera settimana. L’iniziativa è arrivata alla sua quinta edizione.

Il Campus, nel dettaglio, è rivolto agli studenti di tutte le classi e presenta un programma di iniziative che occupa sia le ore mattutine che pomeridiane. Tante attività fruibili anche all’istituto Pacini di Pistoia dove saranno finanziati corsi di scacchi, musicali e non solo. "Attività di scienze motorie d’estate – spiegava settimane fa la preside Marzia Andreoni – alcune in palestra, altre di trekking in città e sulla montagna pistoiese. Visto che la scuola d’estate può sconfinare anche durante il prossimo anno scolastico – sottolineava – Da settembre finanzieremo il corso di scacchi, la nostra orchestra musicale e delle attività di doposcuola tra cui la scrittura creativa e dei corsi di economia aziendale".

Iniziative anche la preside dell’istituto Einaudi, Elena Pignolo. "L’intenzione è attivare dei percorsi laboratoriali, che i ragazzi apprezzano sempre e naturalmente faremo lavori di gruppo". Ora tocca quindi alle famiglie decidere se aderire ai progetti, molti avevano già proceduto all’iscrizione dei propri figli nei centri estivi. Se sarà un successo, quindi, lo sapremo soltanto alla fine dell’estate. M.M.