Dura replica di Tonarelli a Bacci: "La sanità non è uno slogan"

Il gruppo di minoranza a Abetone Cutigliano ribadisce l'importanza della sanità e chiede maggiore coinvolgimento nelle decisioni del consiglio comunale, criticando la mancanza di risposte e la riduzione dei servizi di trasporto pubblico.

Dura replica di Tonarelli a Bacci: "La sanità non è uno slogan"

Dura replica di Tonarelli a Bacci: "La sanità non è uno slogan"

A seguito dello scambio di accuse e spiegazioni, tra maggioranza e minoranza consiliare dell’assise che governa il territorio di Abetone Cutigliano, a tornare sull’argomento è il gruppo guidato da Andrea Tonarelli che, con una nota replica a Bacci. "La Sanità non è uno slogan da campagna elettorale –scrive il capogruppo della minoranza – ma un tema cruciale per tutti noi che ci occupiamo della cosa pubblica. La garanzia dei servizi essenziali è tra le nostre priorità e abbiamo il dovere di batterci per questo e chiedere delle risposte come abbiamo fatto durante il primo consiglio comunale. Quello che più ci stupisce in questa circostanza è che le risposte ai nostri dubbi sono arrivate dai giornali e non nella deputata sede del consiglio comunale, dove sindaco e consiglieri potevano, in ottica costruttiva, comunicarci delle loro intenzioni con il presidente Marmo e dove sarebbe stato almeno auspicabile proporre di ricostituire la Consulta della Salute".

Ma non è finita qui. "Per quanto riguarda le questioni che mi riguardano personalmente credo che non siano argomento da articolo di giornale – rileva – la politica deve stare fuori dalle nostre famiglie. Va da sé che se il Presidente della Consulta della salute non ha svolto i suoi compiti debba essere sollevato indipendentemente dalle sue parentele (riferendosi al fatto che la maggioranza aveva sottolineato che il presidente della Consulta era il padre di Tonarelli). Rimanendo sempre in tema di servizi ci auguriamo che sia più efficace di quello sui trasporto pubblico che, con l’entrata in vigore degli orari estivi di Autolinee Toscana, ha visto ulteriori tagli sulle tratte del Melo e di Cutigliano penalizzando ancor più residenti e turisti. Con questo confermiamo – conclude Tonarelli – la nostra volontà di collaborare in un’ottica di fattiva risoluzione delle criticità purché coinvolti nelle scelte all’interno di un dibattito costruttivo in aula".

Andrea Nannini