Banca Alta Toscana. Spettacolo con Panariello per festeggiare i 120 anni

Lo show in piazza del Duomo, offerto ai soci per la speciale ricorrenza. Il presidente Banci e il direttore Caporali: "I nostri valori per la comunità". .

Banca Alta Toscana. Spettacolo con Panariello per festeggiare i 120 anni

Banca Alta Toscana. Spettacolo con Panariello per festeggiare i 120 anni

Serata di festa con musica e spettacolo, martedì 9 luglio, in piazza del Duomo, per il traguardo raggiunto in questo 2024 da Banca Alta Toscana Credito Cooperativo di 120 anni. Un percorso di crescita di oltre un secolo da quando la banca venne fondata a Vignole per iniziativa di Don Dario Flori detto "Sbarra", che è stato ricordato più volte durante lo spettacolo, offerto in esclusiva ai soci della banca e condotto da Serena Magnanensi e Stefano Baragli. Più di 3mila seduti nella piazza per assistere dal vivo, ma l’evento è andato anche in diretta streaming per chi era rimasto a casa. Sul grande palco del Pistoia blues, special guest è stato Giorgio Panariello, ospite attesissimo dalla platea che per circa un’ora ha intrattenuto e divertito tutti tra gag e battutacce salaci oltre ad aver riproposto il personaggio di Silvano Va’ ia va’ ia e l’imitazione di Renato Zero.

Accompagnato al pianoforte da Dino Mancino, ha coinvolto anche il pubblico a cantare alcuni brani di artisti famosi. Prima dell’arrivo dell’attore toscano si sono esibiti i musicisti della Gaudats Junk Band e le attrici toscane Gaia Nanni ed Eleonora Cappelletti. La band è una speciale formazione che ha suonato strumenti costruiti esclusivamente con materiale di riciclo, il cui frontman Rick Hutton è stato un volto di Videomusic negli anni ‘80. Nanni e Cappelletti hanno invece proposto uno sketch per ricordare la storia della Bcc. Sul palco sono poi stati invitati oltre agli altri amministratori della banca anche i giovani soci e il sindaco Alessandro Tomasi. "È una grande gioia essere qui assieme ai nostri soci - ha detto il presidente di Banca Alta Toscana Alberto Vasco Banci -. Per una volta, non si parla di numeri, come nelle assemblee e negli incontri istituzionali, ma siamo qui per coinvolgere i nostri soci per il puro piacere di stare insieme. Il tutto in un contesto meraviglioso, in questa piazza dove si respira davvero la storia. Ringraziamo il sindaco Tomasi e il Comune per il patrocinio concesso e tutto il personale della Banca che si è adoperato per il buono svolgimento dell’iniziativa. Banca Alta Toscana è la Banca della Comunità, a servizio dei soci e del territorio. Tutti noi amministratori siamo parte integrante delle nostre Comunità. È stato così nei 120 anni della nostra storia e sarà così anche in futuro".

Anche il direttore generale Tiziano Caporali ha preso la parola, per spiegare il motto della banca "innovazione nel solco della tradizione": "il miglioramento sociale, economico e culturale della popolazione locale sono da sempre i valori fondanti della nostra Bcc – ha detto Caporali - il solco della tradizione su cui porre i semi dell’innovazione e della modernità, ponendo al centro la persona e le esigenze di ognuno".

Daniela Gori