"Spazi esterni agli istituti: più sicurezza"

"Spazi esterni agli istituti: più sicurezza"

"Spazi esterni agli istituti: più sicurezza"

"Gli spazi fuori dalle scuole devono essere curati e sicuri e vanno considerati come aree non secondarie di apprendimento e socializzazione". Parte da qui l’ordine del giorno collegato alle variazioni di bilancio e sottoscritto dai consiglieri della lista civica La città delle persone, di Sinistra Unita per Pisa e del Pd con cui vengono chieste al sindaco Michele Conti una mappatura e una verifica dello stato di queste aree, anche al fine di prevenire gli infortuni che si sono verificati in passato. Il documento presentato dalle minoranze nell’ultima seduta del consiglio comunale però è stato bocciato. Secondo il capogruppo de La città delle persone, Paolo Martinelli (foto), e i consiglieri Emilia Lacroce e Gianluca Gionfriddo, è necessaria "una verifica su tutto, dalle attrezzature alle pavimentazioni, dal verde a qualsiasi elemento che possa condizionare la funzionalità e la sicurezza degli spazi". "Laddove si riscontrino problemi o interventi da effettuare - aggiungono i tre esponenti dell’opposizione di centrosinistra - è doveroso che il Comune stanzi adeguate risorse. Le nostre scuole devono essere funzionali, accoglienti, inclusive, accessibili e devono esserlo tanto nelle aree interne quanto in quelle esterne". L’ordine del giorno è stato respinto con i voti del centrodestra. "Spiace molto - concludono - che la maggioranza di centrodestra, senza discussione di merito, abbia deciso di votare contro questa richiesta". "Questa bocciatura - ha aggiunto il capogruppo, Matteo Trapani - stride con l’ordine del giorno approvato all’unanimità un paio di mesi fa, dove ci si era impegnati a fare la stessa mappatura riguardo all’accessibilità agli spazi esterni e interni alle scuole per renderli più fruibili possibili".