"Io sostengo le attività di Calci: ordino periodicamente cibo da asporto e ho comprato prodotti tipici nelle aziende agricole come regali di Natale: fatelo anche voi". Il sindaco Massimiliano Ghimenti lancia l’appello ai propri concittadini per sostenere l’economia locale in un momento di chiusure e limitazioni dettate dal Covid-19. Dopo la rubrica del lunedì e del sabato dedicata ai produttori agricoli di Calci, destinatari di interviste in pillole a domicilio, il Comune di Calci lancia quindi...

"Io sostengo le attività di Calci: ordino periodicamente cibo da asporto e ho comprato prodotti tipici nelle aziende agricole come regali di Natale: fatelo anche voi". Il sindaco Massimiliano Ghimenti lancia l’appello ai propri concittadini per sostenere l’economia locale in un momento di chiusure e limitazioni dettate dal Covid-19. Dopo la rubrica del lunedì e del sabato dedicata ai produttori agricoli di Calci, destinatari di interviste in pillole a domicilio, il Comune di Calci lancia quindi una nuova iniziativa in vista del Natale. "Acquista il tuo regalo in Valgraziosa" è lo slogan lanciato dal Comune e accolto da ‘TuscanEat - Mangiare Toscano’ (www.tuscaneat.it), il progetto che promuove i sapori tipici toscani e che ha deciso di dare visibilità ai produttori calcesani ospitando le interviste realizzate dal Comune stesso, per una ‘vetrina nella vetrina’. Grazie alla sinergia con il portale TuscanEat, viene rilanciata una campagna social per invitare ad acquistare le eccellenze gastronomiche del territorio e a farle diventare un regalo di Natale personalizzato. Per farlo basta concedersi due minuti, guardare le interviste e prendere i contatti su www.tuscaneat.it per poi mettersi d’accordo con i produttori agricoli e prenotare il regalo da asporto.

"Oggi, come non mai, pensiamo che ci sia ancor più bisogno di tendere la mano ai nostri produttori locali – spiega l’amministrazione comunale – non solo per fronteggiare gli effetti economici e le conseguenze della pandemia che stiamo vivendo ma anche per farli entrare nelle nostre case in vista del Natale. All’idea semplice, immediata e coinvolgente delle interviste in domicilio, aggiungiamo, grazie alla disponibilità del portale che ospita i nostri produttori, un altro tassello per dare un’opportunità in più ai nostri produttori agricoli". "La lotta alla Pandemia continua – aggiunge Ghimenti – e probabilmente servirà ancora del tempo per uscirne. A tutti noi questa situazione sta creando disagi, difficoltà, perdita di contatti vitali, ma per diverse persone a tutto ciò si sommano anche serie difficoltà economiche. Possiamo fare qualcosa di concreto per aiutare chi vive le conseguenze economiche di questo maledetto Covid-19. Per questo, dallo scoppio di questa seconda ondata mi ero prefisso l’obiettivo di fare di più, anche sul piano personale, per aiutare le attività in difficoltà. Fare acquisti locali è anche un modo per dire grazie a chi è rimasto aperto e svolge, di fatto, un vero e proprio servizio per tutti".

Igor Vanni