Serchio sorvegliato speciale, stanotte il picco

Piena attesa tra le 4 e le 5. Ecco tutte le strade provinciali chiuse

Pisa, 2 novembre 2023 – Sarà una lunga notte durante la quale è atteso il passaggio della piena del Serchio, il picco sarà tra le 4 e le 5. Ma avverte il presidente della Provincia Massimiliano Angori in continuo collegamento con la Prefettura: “La piena sarà lunga. Dalla mattina l’acqua dovrebbe cominciare a calare”.

Quale il rischio?

"Il fiume potrebbe entrare nelle golene, ma sarà monitorato. I centri comunali resteranno aperti”.

Le situazioni più critiche sul territorio?

"Valdarno, Valdera e Valdicecina con problemi sulla Fipili, in ospedale a Pontedera e in alcuni immobili pubblici”. 

E l’area strettamente pisana?

"Il quadro è migliore, tant’è che le scuole nei comuni dell’area pisana (Pisa, Cascina, Vecchiano, San Giuliano, Vico e Calci) domani (3 novembre 2023) saranno aperte. Da verificare la situazione di Marina, (l’allerta riguarda anche le mareggiate) per questo mi sono sentito, oltre che con gli altri sindaci, anche con il primo cittadino di Pisa, Michele Conti”.

Quali le strade provinciali che resteranno chiuse stanotte (tra il 2 e il 3)?

“Calcinaia: SP 5 all’altezza km 0+500 chiusa per frana, SP 8 all’altezza dal km 0+000 al km 1+500 tratto chiuso per frana e alberi; Castelfranco di Sotto tra la SP 8 e la SP 34: chiusa per frana; S. Maria a Monte SP 25 località Ponticelli frana, Crespina SP 31 chiuso per frane il tratto del Roncione; Casciana Terme Lari SP 35chiusa a Lari perché ha ceduto un muro privato dal km 0+000 al km 1+000; Lari SP 46 variante Lari; Crespina SP 12 chiusa a Cenaia per allegamenti chiusa dal Comune di Crespina e in corso controlli a Valtriano; Palaia Sp 11 km 8 vicino Forcoli

Fauglia SP 21 chiusa all’altezza Acciaiolo per lo straripamento del Tora”.

Quando riapriranno?

“Sin dalle prime ore di domattina (3 novembre) la Provincia farà una verifica dello stato delle strade e valuterà gli interventi di ripristino necessari e quelli che potrà avviare immediatamente”.