Un regalo speciale. E’ quello che i lettori de La Nazione hanno trovato questa mattina in edicola: "La Befana spaziale e altri racconti", quarto volume di fiabe dedicate alla piccola Marianeve. Una raccolta – pubblicata da Pacini editori – firmata ancora da Nonna Lela con le coloratissime illustrazioni di Fabio Leonardi. Un appuntamento ormai diventato tradizionale per il nostro quotidiano. Senza mai dimenticare il progetto di solidarietà che sta dietro a tutto, promosso dal Gma- Gruppo Missioni Africa, nonchè...

Un regalo speciale. E’ quello che i lettori de La Nazione hanno trovato questa mattina in edicola: "La Befana spaziale e altri racconti", quarto volume di fiabe dedicate alla piccola Marianeve. Una raccolta – pubblicata da Pacini editori – firmata ancora da Nonna Lela con le coloratissime illustrazioni di Fabio Leonardi. Un appuntamento ormai diventato tradizionale per il nostro quotidiano. Senza mai dimenticare il progetto di solidarietà che sta dietro a tutto, promosso dal Gma- Gruppo Missioni Africa, nonchè la sinergia che ha reso possibile tutta l’operazione. Li ripetiamo, perchè senza di loro niente sarebbe stato possibile: Aci Pisa, Forti Holding, Ctt Nord, Banca Popolare di Lajatico, Belvedere spa, Farmacie Comunali, Devitalia, Corpo Guardie di Città e Centro Studi Enti Locali.

"Siamo felici di aver potuto dare anche quest’anno il nostro contributo al progetto che porta il nome di Marianeve – queste le parole di Renzo Macelloni, sindaco di Peccioli, il Comune che controlla la società Belvedere – tra l’altro è una iniziativa perfettamente in linea con le politiche che stiamo mettendo in atto per questo Natale sul nostro territorio: promozione della cultura, dei libri e della lettura, sostegno agli autori e alle librerie e attenzione ai cittadini che stanno attraversando un periodo di difficoltà. In questa visione il libro di fiabe con il suo intento solidale è perfetto". Sempre vicino al progetto il Corpo Guardie di Città: "In questo periodo di crisi economica il libro delle favole di Natale dedicato a Marianeve ha un doppio valore – afferma Mariano Bizzarri Ollandini, presidente del Corpo Guardie di Città – contribuisce a completare la realizzazione di una scuola in Etiopia, necessaria per educare centinaia di bambini, e, visto che siamo in pieno periodo natalizio, contribuisce a far trovare, sotto l’albero dei più piccoli che vivono in famiglie con qualche difficoltà, un libro da sfogliare e da leggere con i fratelli ed i genitori, visto che arriva nelle case con il quotidiano La Nazione". "Dall’inizio di questa crisi, causata dal Coronavirus , rispetto allo scorso anno – prosegue – l’ammontare dei contributi che il Corpo Guardie di Città ha messo a disposizione per iniziative filantropiche a sostegno dell’ associazionismo e del volontariato culturale, sociale e sportivo locale ed internazionale è aumentato confermando l’attenzione dell’azienda ad un mondo ricco di idee, energie e passioni. Credo fortemente nella filantropia strategica che è finalizzata all’impatto sociale, del tutto diversa dalal filantropia emergenziale".

Francesca Bianchi