ENRICO MATTIA DEL PUNTA
Cronaca

Follie da nubifragio. Minacce per passare dalla strada allagata, residenti coi bastoni per fermare le auto

Via transennata, automobilista minaccia volontario della protezione civile. Mentre alcuni residenti prendono i bastoni per fermare il transito delle auto

Una corte di via Cerboni allagata (foto Del Punta per Valtriani)
Una corte di via Cerboni allagata (foto Del Punta per Valtriani)

Pisa, 30 agosto 2023 - Bastoni usati per fermare gli automobilisti e minacce con il taglierino ad un volontario della protezione civile. Sono alcune delle scene che si sono verificate lunedì pomeriggio tra via Montanelli e via Cerboni. In meno di sei ore, lunedì pomeriggio, sono caduti su Pisa circa 70 mm di pioggia. "Un evento eccezionale che ha messo momentaneamente in crisi il sistema fognario della città, impossibilitato a ricevere tutta questa acqua in così poco tempo" scriveva il sindaco di Pisa, Michele Conti su Facebook. In tutto, fanno sapere i vigili del fuoco di Pisa, sono stati svolti 32 interventi, in special modo nei quartieri di Sant’Ermete e San Giusto. Allo stesso modo anche la polizia municipale e la protezione civile hanno chiuso nei punti nevralgici allagati.

Tra questi anche via Montanelli e via Cerboni, da sempre oggetto di allagamenti quando le piogge si fanno intense. Lunedì però, come racconta Leonardo Simonetti della tabaccheria di via Montanelli, alcuni automobilisti si sono opposti rimuovendo le transenne poste dalla municipale e passando lo stesso. "Uno di loro si è trovato davanti un volontario della protezione civile – racconta Simonetti -. A quel punto, ha estratto un taglierino e lo ha puntato alla gola del volontario minacciandolo".

Momenti concitati, con gli automobilisti che passavano nonostante i blocchi. "Alcuni residenti hanno deciso di farsi giustizia da soli – continua il commerciante -, qualcuno ha preso un bastone, e si sono messi a bloccare la strada autonomamente". Le macchine passando dalla strada allagata creano un’onda che fa sì che l’acqua sovrasti le paratie messe dai negozi ed entri nei locali.

"Abbiamo provato a spiegarlo agli automobilisti – spiega Monica Fiorentini del negozio di fiori e piante La Ginestra -. Ma non c’è stato verso, abbiamo chiamato la municipale, ci hanno detto di chiudere la strada autonomamente fino al loro arrivo. Abbiamo provato anche a sollevare i tombini di ghisa, ma l’acqua non scorreva". "Sono 32 anni che il problema persiste in via Montanelli – racconta Andrea Balestra del negozio Cicli Andrea -. Mi è entrata l’acqua dal bagno del retrobottega, ma ogni volta è la solita storia. La via ha una forma cava, per cui l’acqua scende fino al centro dalle due estremità". Dello stesso avviso è anche Denny Niccolini, del negozio per Parrucchieri e Estetiste, che ci mostra le foto della strada allagata: "Dall’esperienza di ieri abbiamo deciso di comprare anche noi le paratie in vista dell’inverno. Dobbiamo provvedere da soli ad organizzarci".