Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Base militare, Giani punta su Ospedaletto

Questa l'idea che viene fuori dopo l'incontro tra la regione, il comune e il ministro della Difesa Guerini

Eugenio Giani
Eugenio Giani

Pisa, 13 maggio 2022 - L'idea di Giani, "una struttura per i Gis dei carabinieri nell'area di Ospedaletto". Il presidente della regione Toscana, all'indomani del vertice romano organizzato al ministero della Difesa, ha fatto il punto sulla situazione: "Non una base militare ma un'eco struttura. In pole position, ma è una mia opinione personale, ci può essere l'area di Ospedaletto dove ci sono terreni di proprietà del comune e della regione".

Ha poi continuato Eugenio Giani, "ieri, ha funzionato la politica, diciamolo una volta tanto. Non abbiamo voluto nessun tecnico per un incontro a tre: io, il sindaco di Pisa Conti e il ministro della Difesa, Guerini. Insieme, con le carte davanti, abbiamo ragionato sul fatto che un intervento di questa portata non poteva essere fatto contro qualcuno, oppure aumentando il consumo di suolo nel parco". Così, osserva, "nel parco di San Rossore, che probabilmente verrà toccato da alcuni edifici, ci saranno solo ristrutturazioni. Ristrutturazioni importanti, che contribuiranno a qualificare un patrimonio storico in degrado: la palazzina Marconi, le stalle del Buontalenti di proprietà regionale, che mettiamo a disposizione e che possono diventare il luogo per le operazioni sulla biodiversità condotte dai Gis. Un'area per i militari che lì possono addestrarsi e, a cavallo, essere un presidio di sicurezza e legalità per il parco. C'è poi la villa medicea, dove potranno esserci aule per lo studio".

Sempre secondo il presidente, fuori dal parco sorgerà "la vera e propria eco struttura, come è stata chiamata correttamente dai carabinieri. Perché qui si è confuso di tutto: si è parlato di Nato, centri di addestramento. No, qui ci sono semplicemente le attività di istruzione e formazione dei Gis". In questo senso, conclude Giani, "con decreto ministeriale viene costituita formalmente una commissione di cui fanno parte il ministero, la regione, il comune, la provincia, l'ente parco e i carabinieri. A quel tavolo, entro il 30 luglio, definiremo un progetto fuori dal parco per portare a Pisa una struttura importante come quella del Gis".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?