A teatro, tra festa e risate. La Traviata è in vernacolo

Lasciarsi alle spalle il 2023 con un sorriso ed entrare nel 2024 con gioia. Al Verdi cenone e spettacolo con l’energia del Crocchio Goliardi Spensierati .

A teatro, tra festa e risate. La Traviata è in vernacolo
A teatro, tra festa e risate. La Traviata è in vernacolo

Lasciarsi alle spalle il 2023 con un sorriso ed entrare nel 2024 in modo gioioso il Teatro di Pisa propone due momenti nel segno della tradizione e del buonumore. La sera del 31 dicembre, dalle 19.30, sarà possibile cenare a Teatro: nel Ridotto Titta Ruffo, il Caffè Foyer allestirà il Cenone di San Silvestro con un menu a base di ottimi prodotti e vini del territorio. Dopocena in allegria, alle 21.30 con “La Traviata … in vernacolo!”, cavallo di battaglia del Crocchio Goliardi Spensierati. E allo scoccare della mezzanotte brindisi e panettone offerti da Fondazione Teatro di Pisa.

Una Traviata in vernacolo ambientatatra Pisa e Orzignano. Sulle note di Verdi, per la regia di Giuseppe Raimo e su testi dei fratelli Gremigni, il Crocchio dei Goliardi Spensierati darà vita a una reinterpretazione dei celebri personaggi dell’opera. Lorenzo Gremigni vestirà i panni di Violetta Valery (dama der gran mondo), Fabiano Cambule quelli di Alfredo Germont (er discretoccio), Leonardo Ferri sarà Flora Dubidet (nobirdonna ingazzurrita), Alessio Panetti Gastone (marchese di Pottigny), Antonio Boldrini Giorgio Germont (avvoàto all’antìa), Mario Messerini sarà il Barone de Pallesecques (quarinaio antepatio), Guido Bini Annina (tuttofare discorsiva), Fabio Vasarelli il Dottor Seghetti (vetrinaio improvvisato), Sandro Bracaloni Ganimedo (camberiere a mezzo servizio). Si segnalano infine la partecipazione straordinaria di Pavarotti, ugola d’oro, alias Marco Mustaro, e l’esilarante corpo di ballo goliardico Les Etoils de Ryglion in scena con coreografie di Sabrina Di Cristofaro. Al piano Angelica Ditaranto, Mauro Redini al mandolino, Franco Bonsignori alla fisarmonica. Scene di Nicola Gorreri, i costumi di Massimo Poli. (Info e biglietti: Per la cena (costo 95 euro) prenotazioni al Botteghino del Teatro di Pisa o allo 050.941188. Per lo spettacolo biglietti in vendita al botteghino, al servizio telefonico e su www.vivaticket.com. I prezzi dei biglietti per lo spettacolo dai 30 ai 15 duro; i ragazzi sotto i 12 anni entrano gratis. Altre informazioni: 050.941111.