Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
19 ago 2022
n.v.gallello
Cronaca
19 ago 2022

Maltempo in Toscana, intere famiglie di api spazzate via dal vento e dalla pioggia

La denuncia di Coldiretti: "Interminabile la lista di orti devastati dalla tromba d'aria. Disperse decine di famiglie di api sulle montagne di Massa"

19 ago 2022
n.v.gallello
Cronaca
(DIRE) Bologna, 7 apr. - Arriva una app per fermare i ladri di arnie, vero e proprio flagello per gli apicoltori. Come funziona? Grazie a un gps, tiene informato l'apicoltore, in tempo reale, sugli spostamenti delle sue preziose api e in questo modo riduce il rischio di furti. La novita' e' frutto del lavoro di due giovani romagnoli, Roberto e Gabriele, che hanno dato vita a BeeIng, la prima startup che si occupa di api mettendo a punto innovativi sistemi di monitoraggio degli alveari.     Le api, insetti fondamentali per il miele che producono ma anche per il mantenimento dell'equilibrio dell'ecosistema, oggi sono sempre piu' a rischio di estinzione a causa di due fattori principali: gli agenti chimici usati in agricoltura e i continui furti agli apicoltori. Di qui l'idea di BeeIng che a pochi mesi dalla sua nascita e' gia' sul mercato con un antifurto gps, invisibile dall'esterno, che permette all'apicoltore di monitorare dal proprio smartphone tutti gli spostamenti dell'arnia. Per renderne accessibile l'utilizzo sono state utilizzate delle Sim innovative che permettono all'antifurto di lavorare con qualsiasi operatore telefonico. Gli antifurti di BeeIng sono gia' operativi in Italia, Francia e Germania e, a breve, la startup lancera' nuovi prodotti per semplificare l'apicoltura e tutelare le api, che in Italia, grazie alla loro arrivita' di impollinazione, 'valgono' tre miliardi di euro.   (Pir/ Dire) 18:20 07-04-1
Api

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?