NATALINO BENACCI
Cronaca

Addio a Marco Bondi, una vita vissuta tra gli studenti

Il 61enne era responsabile de l settore informatici per la didattica della Milano Bicocca. Originario di Fivizzano, ma cresciuto a Pontremoli: i funerali lunedì alle 15 alla San Nicolò

Marco Bondi, 62 anni

Marco Bondi, 62 anni

Pontremoli (Massa-Carrara), 4 febbraio 2024 – Commozione e cordoglio per l’improvvisa morte a Monza di Marco Bondi, 61 anni, responsabile del Settore servizi informatici per la didattica dell’Università di Milano-Bicocca. Era originario di Fivizzano, ma è cresciuto a Pontremoli dove il padre si era trasferito da dipendente della Comunità Montana. Dopo gli studi all’Istituto tecnico Belmesseri si era laureato in Scienze dell’Informazione alla Bicocca dove poi ha assunto la direzione e il coordinamento del personale tecnico dell’ateneo.

A Pontremoli si era sposato con Silvia, figlia di Angelo Bertocchi già direttore generale dell’Ospedale milanese San Carlo, ed era una persona molto conosciuta e stimata. Quando tornava a Pontremoli si fermava volentieri a conversare con i vecchi amici ed era interessato alle vicende della città.

La notizia della scomparsa ha fatto rapidamente il giro della città suscitando il rammarico per il lutto che ha colpito in particolare la comunità della parrocchia di san Nicolò dove Bondi risiedeva quando tornava a Pontremoli da Monza. All’Università Bicocca oltre che ricoprire il ruolo di referente tecnico per la ricerca, lo studio e l’analisi tecnologie necessarie alla progettazione ha svolto anche attività di docenza per le lezioni di informatica. Ma era spesso chiamato a ricoprire altri incarichi presso amministrazioni pubbliche ed era richiesto come relatore a convegni e seminari.

La scomparsa ha sprofondato nel dolore la moglie che lo ha scoperto senza vita a casa forse a causa di un attacco cardiaco, la madre Emiliana, la sorella Federica e i cognati Elisabetta e Flavio. Il rosario sarà recitato stasera alle19 nella chiesa di san Niccolò mentre i funerali si svolgono lunedì alle 15.30 sempre nella stessa chiesa.