"Sensazione indescrivibile"

Andolfi, livornese, mattatore con il Tau Altopascio proprio contro il Livorno

"Sensazione indescrivibile"

"Sensazione indescrivibile"

Impresa Tau, terza vittoria consecutiva in trasferta, dominio assoluto sul campo del Livorno, ex capolista, a cui rifila quattro gol in 90 minuti, tanti quanti ne avevano subiti i labronici in cinque giornate. Ma le reti, considerando la traversa di Zini e il palo clamoroso di Capparella, potevano essere di più. Ormai la squadra di Altopascio è diventata la “bestia nera“ degli amaranto della città dei Quattro Mori: il 15 maggio 2022 vittoria 1-0 e promozione storica in serie D; nella passata stagione 2-2 con rimonta altopascese da 0-2 e stavolta un poker caratterizzato da una tripletta di Tommaso Andolfi, livornese doc, zona Fabbricotti, tra l’altro mai transitato dal settore giovanile livornese. Pro Livorno Sorgenti, Picchi, Cascina, Perignano, Cuoiopelli le sue squadre prima di approdare al Tau.

Hai matato il tuo Livorno, che sensazione hai provato?

"Unica, difficile da descrivere, in uno stadio che per la categoria è come fosse San Siro, di fronte a tanta gente, è stato fantastico. Calcisticamente parlando la più bella giornata della mia vita".

Anche una rivincita, visto che da ragazzo non hai mai giocato con il Livorno?

"Sono trascorsi anni, si matura e si cresce, non ci pensa più, però confesso che è stato un cruccio, ora sono solo felice per il Tau, da un amaranto ad un altro".

I tuoi amici cosa ti hanno detto?

"In tribuna c’era tutta la mia famiglia e molte persone che conosco, tra l’altro anche ultras del Livorno. Il ritornello è stato: deh, complimenti, bravissimo, ma proprio contro di noi la dovevi fare la tripletta? Provate a immaginarlo con il classico intercalare livornese... Adesso bisogna continuare e magari vincere la prima in casa, ma con il Cenaia domenica prossima sarà dura. Giusto festeggiare un giorno, ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra".

In ogni caso una giornata memorabile per Andolfi. In generale, peccato per l’espulsione di Antoni, ma ritornerà dalla squalifica Bernardini e dovrebbe rientrare, dopo mesi, anche l’ex Lucchese Meucci. Il Tau rimane in zona play-off, con il quarto miglior attacco e la terza miglior difesa. Alla sesta giornata, nella passata stagione, aveva 5 punti, adesso più del doppio. Senza tralasciare il calendario molto difficile.

Massimo Stefanini