Riparte la lotta contro i tir: “Ordinanze di blocco condivise fra Capannori e Lucca”

L’assessore capannorese Del Chiaro (e candidato sindaco del centrosinistra) scrive a Pardini e chiede di prendere provvedimenti condivisi per vietare il transito almeno in alcuni giorni

Un tir (foto repertorio Ansa)
Un tir (foto repertorio Ansa)

Lucca, 7 febbraio 2024 – Liberare dai tir viale Europa a Marlia, ma anche la circonvallazione di Lucca per due giorni (alternati) a settimana. E’ la proposta che lancia ufficialmente l’assessore di Capannori, Giordano Del Chiaro, dopo averla anticipata in una intervista a La Nazione nelle vesti di candidato a sindaco del centrosinistra.

L’obiettivo è istituire un tavolo sulla mobilità condiviso con il Comune di Lucca, per trovare soluzioni immediate per regolamentare in modo diverso il transito dei mezzi pesanti nei centri abitati, in modo da liberarli dal passaggio dei camion almeno per alcuni giorni la settimana, attraverso ordinanze condivise. La proposta è contenuta in una una lettera inviata al Comune di Lucca e, per conoscenza, alla Provincia.

«Il tema – dice Del Chiaro – riguarda l’intera Piana di Lucca, che si risolve soltanto condividendo strategie e obiettivi, in un confronto collaborativo e propositivo da parte delle nostre amministrazioni. L’attraversamento da parte dei mezzi pesanti dei centri abitati è segnalato molto spesso dai cittadini come un problema, perché rende quei luoghi non sicuri per chi ci vive e perché causa inquinamento atmosferico ed acustico - scrive Del Chiaro - e io penso che abbiano profondamente ragione, pertanto è urgente mettere mano su questa questione da subito, trovando almeno delle soluzioni. I mezzi pesanti dovranno transitare sulle strade indicate dalle ordinanze, lasciando quindi in pace, per un paio di giorni, aree in cui la gente è costretta a convivere con smog continuo e costante. E’ una soluzione tampone, ne sono consapevole – chiosa Del Chiaro - ma di fronte al non fare niente penso sia decisamente meglio".