Lo spettacolo dei Natalecci. Tradizione della Vigilia. Fiamme come rinascita

In tantissimi hanno raggiunto il paese di Gorfigliano per vedere il tradizionale spettacolo. Un evento che unisce tutti i cittadini, dai grandi ai più piccoli e viene tramandato nelle famiglie.

Lo spettacolo dei Natalecci. Tradizione della Vigilia. Fiamme come rinascita

I Natalecci in fiamme (Foto Borghesi)

Il tempo di attesa nella serata della vigilia di Natale, trascorso in coda lungo la strada per raggiungere il paese di Gorfigliano, nel comune di Minucciano, è stato più che ricompensato, visto lo straordinario spettacolo che gli abitanti hanno regalato ai visitatori dei loro Rioni con l’accensione dei caratteristici e secolari "Natalecci". Se possibile, infatti, per questo 2023 le opere dell’ingegno e della fatica dei "costruttori" degli altissimi falò fatti di arbusti e fascine di rami secchi, che da secoli illuminano la Valle e accolgono la nascita di Gesù, apparivano ancora più imponenti del solito, probabilmente lo erano, e una volta avvolti dalle fiamme hanno destato molta emozione e grande entusiasmo in tutti i presenti. In tanti, con in testa il primo cittadino di Minucciano, Nicola Poli, hanno raggiunto Gorfigliano e le diverse postazioni nei rioni di Fenale, Culiceto e Bagno, per godersi questo rituale, nato per portarsi porta via le negatività passate per aprire con fiducia a nuove prospettive future.

Sempre più imponenti, grandi narratori di storie, di comunità, di identità, di impegno condiviso, i Natalecci rappresentano per la Garfagnana e per Gorfigliano in particolare, un simbolo di nascita e di rinascita insieme, di attaccamento al territorio, di amore per la propria terra, oltre che un importante messaggio per le nuove generazioni.

I giovani, infatti, che quest’anno sono stati molto più presenti che in passato, dicono gli organizzatori, sono e saranno i veri custodi di queste antiche tradizioni e loro sarà il compito di continuare a tramandarle con la stessa tenacia e convinzione.

Fiorella Corti