Cordoni eletto per acclamazione. E’ il presidente di Confcommercio “Con me nessuna fusione con Pisa“

Porte chiuse a eventuali accorpamenti, invece apertura ai giovani con un organismo che affiancherà la giunta “Un progetto nuovo, ma nel solco della tradizione“. Umberto Tenucci nominato presidente onorario.

Cordoni eletto per acclamazione. E’ il presidente di Confcommercio “Con me nessuna fusione con Pisa“

Cordoni eletto per acclamazione. E’ il presidente di Confcommercio “Con me nessuna fusione con Pisa“

Non ci sono state sorprese dell’ultimo minuto: Ademaro Cordoni è il nuovo presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia – Province di Lucca e Massa Carrara. A consacrare la nomina ieri sera è stato il consiglio direttivo dell’associazione di Palazzo Sani che si è espresso per acclamazione con un lungo applauso a favore del ritorno di Cordoni alla guida dell’ente. D’altra parte le premesse puntavano in un’unica direzione. A sostegno di Cordoni erano state quasi 200 le firme presentate dalle categorie, quasi il doppio di quanto richiesto dallo Statuto dell’associazione di Palazzo Sani.

Il suo ritorno alla guida dell’associazione di Palazzo Sani – di cui in realtà era rimasto anche nella carica di presidente onorario – coincide con l’addio all’associazione di Rodolfo Pasquini che, dopo oltre 40 anni, lascia la Confcommercio dopo aver ricoperto ogni ruolo, da funzionario a direttore (anche negli anni della presidenza proprio di Cordoni) e infine presidente. Cordoni era già stato presidente di Confcommercio Imprese dal 2008 al 2020.

Nell’intervento di “presentazione“ che ieri sera a Palazzo Sani ha preceduto l’elezione, Cordoni ha ringraziato Pasquini e ha toccato alcuni punti salienti del suo programma, annunciando anche la nomina di Umberto Tenucci a presidente onorario e di Giuliano Pacini a presidente onorario dei ristoratori. Significativo il passaggio in cui il neo presidente chiude decisamente la porta di fronte a qualsiasi ipotesi di fusione con Confcommercio Pisa o altre Confcommercio. “Ai nostri giovani intendiamo lasciare l’Associazione così come è adesso“, ha detto. “Uno degli obiettivi di questo progetto che si apre stasera – ha aggiunto Cordoni – è proprio quello di creare una classe dirigente di persone esperte e giovani, per poi lasciare nelle mani di quest’ultime la guida dell’Associazione. Spazio ai giovani, dunque, in un’ottica di coinvolgimento di tutti i territori di nostra competenza: la nostra squadra sarà rappresentativa delle città di Lucca, Massa, Carrara e Viareggio, dei territori della Media Valle e della Garfagnana, della Versilia e della Costa Apuana, per arrivare sino alla Lunigiana“.

“Alla giunta interprovinciale, tradizionale organo di “governo” dell’Associazione – ha annunciato Cordoni –, intendiamo affiancare un nuovo organismo parallelo. Un organo di indirizzo indipendente nei nomi e nei compiti rispetto alla giunta, formato da imprenditori che sappiano indicarle nuove rotte da seguire. All’interno di un mondo imprenditoriale in continua evoluzione e capace di aprire scenari sempre inediti, che l’Associazione avrà il compito di seguire“. L’obiettivo dichiarato è quello di potenziare i servizi in tutti gli uffici. “Siamo pronti a farlo, sapendo di poter contare su preparatissimi funzionari guidati da una direttrice come Sara Giovannini, eccellente guida di una squadra che non teme confronti“. “Ma più di ogni altro obiettivo – ha chiosato –, la vera missione della nostra Confcommercio sarà quella di sostenere i suoi iscritti, di essere al loro fianco ogni giorno“.

Laura Sartini