Campani guarda al futuro: "Ecco gli obiettivi per i prossimi 5 anni"

La neo eletta sindaca di Barga traccia il bilancio del precedente mandato e getta lo sguardo alle prossime mosse, tra sanità, interventi e nomine.

Campani guarda al futuro: "Ecco gli obiettivi per i prossimi 5 anni"

Campani guarda al futuro: "Ecco gli obiettivi per i prossimi 5 anni"

Pochi giorni da rieletta sindaca e prima intervista per Caterina Campani. Prima della fine dello scorso mandato sono state approvate dal consiglio modifiche al regolamento: l’istituzione della figura del presidente del consiglio e la possibilità di quattro assessori esterni.

Potrebbe prevederli anche la sua giunta assessori esterni? "Farò, sugli assessori, le mie valutazioni in base ovviamente alle competenze e in base alle necessità. Credo che in questa fase sia più importante valutare nell’insieme il concetto di squadra. In consiglio siamo meno, siamo passati da 12 a 8 componenti della maggioranza e quindi è diminuita la "forza lavoro". Quindi semmai un ragionamento andrà fatto sulla eventualità di favorire l’ingresso di altre forze in consiglio. Questo renderebbe la squadra più forte e sicuramente più completa".

Nomi ovviamente non li farà per adesso?

"Assolutamente no. Dopo tutte le valutazioni, ne parleremo più avanti".

Quali sono le cinque o più cose che intende realizzare da qui alla fine dell’anno?

"Senza dubbio il termine dei lavori al palazzetto dello sport; chiudere i lavori in corso per il rifacimento dei marciapiedi di Barga e Fornaci; aver completato entro l’anno la fase della progettualità di un’opera che intendo fortemente realizzare: il nuovo parcheggio a servizio del centro storico. Vorrei che fosse definita anche tutta la fase di progettualità per il recupero della ex scuola elementare di Fornaci per farla diventare un luogo di aggregazione per la frazione, un nostro impegno che va di pari passo ai finanziamenti ottenuti come amministrazione comunale, tramite Pnrr e fondi per le aree interne, per riqualificare il Centro commerciale naturale di Fornaci. Anche qui vogliamo partire il prima possibile. Altro tema riguarda Mologno: portare avanti la progettualità per il rifacimento delle scogliere lungo il Serchio. Tra i progetti da realizzare entro l’anno, l’utilizzo del primo piano della stazione di Mologno per realizzare una casa semiautonoma per le donne del nostro territorio vittime di violenza. Abbiamo già incontrato le Ferrovie per capire la fattibilità dell’operazione. Vorrei inoltre che fosse a buon punto l’operazione di riqualificazione urbana già iniziata a Ponte all’Ania con il recupero dell’immobile di via Nazionale attualmente in corso ma che riguarderà anche il recupero dell’ex cinema risorgimento a Ponte all’Ania e la riqualificazione esterna di tutta l’area del parcheggio della Pieve di Loppia. I lavori al cinema ed a Loppia sono già appaltati e affidati. A breve la partenza del cantiere di Loppia. Entro l’anno o comunque nei primi mesi del 2025, mi piacerebbe che fosse portata a termine anche l’inaugurazione della nuova caserma della polizia stradale a Fornaci ".

La sanità: automedica e questione Ceser

"Sulla sanità ci sarà sempre il massimo impegno ad ogni problematica a cominciare dalla questione del trasferimento dei servizi dall’ex Ceser che è ancora tutta in divenire, ci tengo a ribadirlo. L’ex Ceser sarà ancora un punto di riferimento per i servizi sanitari. Sull’automedica, come ribadito anche in campagna elettorale l’automedica sarà presto h24… L’azienda nel piano presentato in conferenza aziendale per Barga ha previsto questo. Automedica con medico e infermiere ventiquattrore su ventiquattro. Si sta lavorando per la sua sede, d’intesa anche con la Misericordia del Barghigiano".

Luca Galeotti