MARCO MAGI
Cronaca

Un’estate di grandi nomi. Piazza Europa centro di tutto. Dal ’Moby Dick’ di Preziosi ai concerti di Mr Rain e Bennato

Partito il conto alla rovescia per l’inizio dei numerosi appuntamenti previsti in città. Giorgio Panariello e Marco Masini in scena insieme in una serata di battute e canzoni. .

Un’estate di grandi nomi. Piazza Europa centro di tutto. Dal ’Moby Dick’ di Preziosi ai concerti di Mr Rain e Bennato

Un’estate di grandi nomi. Piazza Europa centro di tutto. Dal ’Moby Dick’ di Preziosi ai concerti di Mr Rain e Bennato

Il sole è lì, tutto orbita intorno. È piazza Europa l’area nevralgica degli eventi principali del capoluogo. Fra concerti e teatro, ci sarà davvero divertirsi quest’estate. Difficile scegliere i top, tra i tanti appuntamenti. Ci abbiamo provato. Ed ecco che il nostro viaggio, in ordine cronologico, inizia il 7 luglio quando sotto la cattedrale di Cristo Re, il popolare attore Alessandro Preziosi (per la prima data del La Spezia Estate Festival) sarà protagonista di ‘Moby Dick’, in uno spettacolo punteggiato nella sonorizzazione dal live electronics di Paky Di Maio, oscillando continuamente tra la rilettura delle memorie del naufrago Ismaele e l’interpretazione monologante ed ossessiva del capitano Achab. Il live di Mr Rain, apre invece il ‘tracciato’ musicale, il 12 luglio, con il suo tour che partirà proprio dalla nostra città, per presentare il quinto album di inediti ‘Pianeta di Miller’, scritto e interamente prodotto da lui. Si balza al 20 luglio per l’Estate Festival, con una coppia particolare, quella composta da Giorgio Panariello e Marco Masini, fra battute e canzoni, in una sfida tra i due, ognuno con la propria sensibilità. Rock, blues, punk, folk e ska per Edoardo Bennato il 22 luglio, un cantastorie che da quarant’anni fotografa il nostro mondo, che presenta i suoi brani più celebri e una selezione di nuove canzoni tratte dall’ultimo album ‘Non c’è’. Spazio poi a qualche tappa del Festival internazionale del Jazz della Spezia. Proprio nella prima, il 24 luglio, l’ospite d’onore è Goran Bregovic, il musicista e compositore balcanico più celebre al mondo, sarà affiancato dalla sua Wedding and Funeral Band per un mix dei suoi storici successi e brani tratti dai suoi album più recenti, sebbene non mancherà qualche anticipazione sul nuovo progetto che uscirà a breve, in uno spettacolo completo, pieno, forte e divertente che ancora una volta regalerà al pubblico italiano un’esperienza live carica di energia e dinamismo. Sul palco, il 27 luglio, sale poi Irene Grandi con il suo spettacolo ‘Io in Blues’, l’atto d’amore di una delle più importanti cantanti italiane ad alcuni dei più carismatici artisti internazionali e italiani che hanno reso, direttamente o indirettamente, immortale un genere che è alla base di tutta la musica moderna che conosciamo; lo troviamo nel soul e nel rap, nel jazz e nel rock, nel funk, ovunque. Infine, la chiusura del Festival, affidata a Russel Crowe e i The Gentlemen Barbers, il 30 luglio, che rivisiteranno numerosi successi della storia della musica, attraverso nuovi arrangiamenti.

Una divagazione, comunque, facciamola, dal punto focale degli eventi estivi spezzini: l’11 agosto, nello splendido scenario della terrazza del Castello di San Giorgio, nell’ambito dello storico festival provinciale ‘I Luoghi della Musica’, si esibirà il noto Quartetto K per un ‘Viaggio Balcanico - Tra Oriente e Occidente’ con musiche tradizionali, russe, ungheresi, rom e klezmer. Chiudiamo il nostro viaggio, naturalmente, tornando in piazza Europa, dove il 13 agosto, per il festival Women - Voci di Donne, Carmen Consoli sarà impegnata in un omaggio, ‘Terra ca num senti’, alla tradizione musicale siciliana e agli artisti nati in quella terra: la scaletta del concerto è composta da brani tradizionali siciliani oltre che da canzoni di artisti meravigliosi nati in quella terra come Franco Battiato, Rosa Balistreri e la stessa artista; l’insieme compone una grande narrazione in note della Sicilia con i suoi paesaggi, storie e personaggi, filtrata dallo sguardo e dalla sensibilità di Carmen.