Una taglia sui piromani a Genova: la proposta della Lega



Una taglia sui piromani a Genova: la proposta della Lega

Una taglia sui piromani a Genova: la proposta della Lega

Una proposta che farà discutere: consegnare un ’premio’ in denaro a coloro che aiuteranno le forze dell’ordine a identificare i piromani. È quanto prevede la proposta di legge depositata nei giorni scorsi dalla Lega in cosiglio regionale, con il documento che ha già iniziato l’iter in commissione per essere poi portato all’attenzione del consiglio. "Gli incendi devastano ogni anno grosse porzioni di macchia mediterranea nel nostro Paese. I roghi sono quasi tutti accomunati dalla matrice dolosa" afferma Stefano Mai, capogruppo del Carroccio in consiglio regionale, che spiega i termini della proposta, finalizzata non solo ad aumentare le sanzioni pecuniarie per chi appicca incendi, ma soprattutto a introdurre un premio in denaro per chi fornirà informazioni utili a individuare il piromane che ha innescato il rogo. "Ho illustrato la proposta di legge in IV commissione ambiente e territorio: alzare il tetto delle sanzioni fino a 10mila euro per chi appicca dolosamente incendi e istituire un premio in denaro di 3mila euro a chi fornisce informazioni utili a identificare i piromani. Si tratta di criminali – dice Mai – che senza alcun scrupolo mettono in pericolo vite umane, animali, ambiente e il nostro territorio. La norma prevede che gli introiti derivanti dalle sanzioni siano destinati per un 50% al ripristino, al recupero e al miglioramento dei territori incendiati e per l’altra parte a potenziare il sistema regionale dell’antincendio boschivo. La tempestività nell’avvistare gli incendi è fondamentale e contiamo sulla collaborazione di tutti i cittadini per fermare i piromani"

mat.mar.