Progetto dei micro asili in famiglia. Al via il primo ciclo formativo con il supporto della Fondazione

I promotori: "Servirà ad arginare il disagio sociale delle donne divise tra maternità e impegni lavorativi". Ecco le regole per candidarsi al ruolo di ’genitore accogliente’. Previste 20 ore di aula e 100 di tirocinio.

Progetto dei micro asili in famiglia. Al via il primo ciclo formativo con il supporto della Fondazione
Progetto dei micro asili in famiglia. Al via il primo ciclo formativo con il supporto della Fondazione

Unire un progetto di lavoro e di vita al welfare familiare. È la proposta dell’associazione Scarabocchiando, che supporta chi si vuole dedicare all’apertura di un servizio educativo alternativo e lancia ’Empower Moms’: un ciclo formativo organizzato con il contributo di Fondazione Carispezia, in programma dal 3 febbraio volto a incrementare anche nello Spezzino il nido famiglia, che permette alle giovani mamme – anche se non in possesso di titolo ad hoc, ma supportate da una rete di professionisti – di avviare dei micro asili per i più piccoli presso la propria abitazione.

"Si tratta di un progetto finalizzato ad arginare il disagio sociale delle donne in maternità – spiegano i promotori – che rinunciano al lavoro a causa dell’incompatibilità con l’accudimento dei figli piccoli e la mancanza di posti disponibili nei nidi e nei servizi per la prima infanzia. Il nostro obiettivo è quello di creare una soluzione, già collaudata, efficace ed integrata, per aiutare le donne a conciliare il loro ruolo di mamme con quello di lavoratrici". Le residenti alla Spezia e provincia interessate ad accedere al programma di formazione propedeutico all’apertura del servizio, che non dovranno sostenere alcuna spesa, grazie al contributo della fondazione Carispezia nell’ambito del bando aperto 2023, diventeranno ’genitore accogliente’, secondo i parametri della legge regionale del 2015 sui ’nidi famiglia’. Questa forma alternative di assistenza familiare può essere realizzata da donne madri di piccoli da zero a tre anni nella propria abitazione o in altra sede fino a quattro bambini, compresi i propri figli (è possibile candidarsi inviando una mail a [email protected]).

"Spesso – spiega Elisa Pincolini, che gestisce il micronido ’La casa dei piccoli’ ed è referente sul territorio del progetto - le mamme non riescono a trovare lavoro con i bambini piccoli e allo stesso tempo si fa fatica a trovare un nido in città. Tutto, per me, è nato sette anni fa con questo progetto, aprendo l’unico servizio di genitore accogliente alla Spezia, con mia figlia; nel frattempo si è allargata la mia attività, ma vorrei trasmettere la mia esperienza alle potenziali partecipanti". Con l’associazione ’Scarabocchiando’, presieduta da Katiuscia Levi, che si definisce nel proprio sito "la rete di nidi famiglia più grande d’Italia"(sono 200 circa), Elisa ha trovato l’aiuto per una svolta capace di unire famiglia e realizzazione. La formazione prevede 20 ore di aula, presso Sunspace, con la concessione gratuita dello spazio da parte di Suntimes, e 100 di tirocinio presso asili nido.

Chiara Tenca