Le registrazioni sono inattendibili. Assolto 30enne accusato di furto

Il Tribunale di La Spezia assolve un uomo accusato di furto e uso indebito di un bancomat, grazie all'inattendibilità delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza. L'avvocato Antonini e il consulente Spano riescono a dimostrare l'inattendibilità delle registrazioni.

Le registrazioni sono inattendibili. Assolto 30enne accusato di furto
Le registrazioni sono inattendibili. Assolto 30enne accusato di furto

Assolto dalle accuse per l’inattendibilità probatoria delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza. È la sentenza pronunciata ieri dal gup del tribunale spezzino nei confronti di un uomo dell’est Europa accusato di aver rubato e utilizzato indebitamente il bancomat della vittima. I fatti erano accaduti in un market di Valdellora: dopo la denuncia della vittima, la Polizia aveva raccolto le immagini dal circuito di videosorveglianza interno al market e dalle telecamere della zona. L’avvocato Valentina Antonini, grazie al supporto del consulente Ermanno Spano è riuscita a dimostrare l’inattendibilità di quelle registrazioni, riuscendo così a far assolvere l’uomo. Il pm aveva chiesto una condanna a un anno e otto mesi.