Finto carabiniere arrestato. “Suo figlio è in caserma da noi”, ma lei non ha figli

I militari mettono le manette a un truffatore di 51 anni accusato anche di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale

Carabinieri

Carabinieri

La Spezia, 10 febbraio 2024 – Si presenta come carabiniere per truffare un'anziana, poi arrivano quelli veri e finisce in manette.

I militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia della Spezia, nel pomeriggio di ieri, hanno arrestato un 51enne napoletano nella flagranza del reato di truffa aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Sono circa le 15.30 quando una signora 80enne spezzina chiama il 112 per segnalare una strana telefonata ricevuta pochi minuti prima da parte di un presunto carabiniere che, dopo averle detto che il proprio figlio è stato trattenuto in caserma in conseguenza di un grave sinistro stradale, le chiede di preparare con urgenza del denaro o dei preziosi che serviranno per scarcerarlo. Prima ancora di avvisare i veri carabinieri, insospettita dal fatto che non ha un figlio e che la richiesta del denaro/preziosi è apparsa insolita, la donna prende atto che di lì a poco un incaricato del ritiro dei beni avrebbe raggiunto la propria abitazione.

Immediatamente l’operatore della centrale dei carabinieri invia una pattuglia il cui equipaggio si apposta nei pressi dell’abitazione della signora, nella zona di Fossitermi, in attesa di quello che ovviamente si ritiene essere un finto militare. Pochi minuti e si materializza presentandosi sotto casa della signora che, facendo finta di acconsentire alla richiesta, gli consegna un sacchetto con all’interno dei beni di nessun valore.

A quel punto l’intervento dei carabinieri che, nonostante il tentativo di fuga e la resistenza del truffatore con conseguente caduta a terra sua e del capoequipaggio della gazzella, riescono a bloccare l'uomo che, oltre a rispondere dei vari reati connessi al raggiro, dovrà scontare una misura di sicurezza detentiva in una casa lavoro per precedenti reati.